incontro

Prove di un mondo diverso. Itinerari di lavoro dentro la crisi

7 aprile 2011
ore 17:00

L'associazione culturale "Società di mutuo soccorso Ernesto de Martino", in collaborazione con Sinistra critica, organizza per il prossimo 7 aprile 2011 alle ore 17,00 presso la Biblioteca comunale "Acclavio" di Taranto (piazzale Bestat) un incontro pubblico con l'economista e scrittore Guido Viale dal titolo "Prove di un mondo diverso. Itinerari di lavoro dentro la crisi".
Punto di partenza della discussione è il tema della conversione ecologica, un'espressione che ha un risvolto soggettivo e uno oggettivo, un risvolto etico e uno sociale. Conversione rimanda a un cambiamento del nostro stile di vita, dei nostri consumi, del modo in cui lavoriamo, del fine per cui lavoriamo o vorremmo lavorare, del nostro rapporto con gli altri e con l'ambiente. E' ecologica se tiene conto dei limiti dell'ambiente: non si può consumare più di quello che la natura è in grado di produrre, né inquinare più di quanto l'ambiente riesca a rigenerare. Ma questa conversione si potrà tradurre in un cambiamento effettivo solo se è l'oggetto di un progetto consapevole e condiviso.
L'analisi concreta dei motivi e delle conseguenze della crisi ambientale, economica e occupazionale in corso permette di mettere a fuoco alcuni punti irrinunciabili di una strategia di riconversione ambientale: i settori da sostenere, le forze sociali da coinvolgere, le strade di una compiuta democrazia partecipata, la riappropriazione, in forme condivise, dei beni comuni.

Guido Viale è economista e scrittore. Tra le sue pubblicazioni: Il '68, Mazzotta 1978 (ripubblicato da NdA Press nel 2008); Un mondo usa e getta, Feltrinelli 1994 e 2000; Azzerare i rifiuti, Bollati Boringhieri 2008; Vita e morte dell'automobile, Bollati Boringhieri 2007; Prove di un mondo diverso, NdA Press 2009; La civiltà del riuso, Laterza 2010, La conversione ecologica, NdA Press 2011.
Guido Viale scrive anche per il quotidiano «il manifesto» e per numerosi altri giornali e riviste.

associazione culturale
società di mutuo soccorso ernesto de martino
cannaregio 98/m
30121 venezia

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)