proiezione

Da un'altra prospettiva: Kidogò, un bambino soldato

11 gennaio 2015
ore 18:00 (Durata: 3 ore)

L’Associazione di Volontariato Onlus “Pizzicarms” e la “Officina Culturale Via Libera” di Roma presentano un ciclo di incontri per conoscere e capire alcune tra le realtà più drammatiche e meno conosciute del pianeta.

Conflitti, fame, povertà, violazioni dei diritti umani: crisi quotidiane che trovano spazio raramente nell’agenda dei mass media. Portare all’attenzione dell’opinione pubblica questi delicati temi diventa dunque un’occasione importante per arricchire la sensibilità dei singoli e per muoversi nel mondo con un rinnovato spirito critico.
È con questo obiettivo che prende il via il ciclo di quattro proiezioni “Da un’altra prospettiva”, previsto a partire da gennaio e fino ad aprile prossimo. Attraverso il confronto con testimoni diretti e associazioni impegnate nel sostegno delle popolazioni in difficoltà, si cercherà di trovare una risposta ad alcuni fra i tanti “nodi” problematici che affliggono il mondo. Una serie di appuntamenti da non perdere per promuovere l’impegno di ognuno nel nome della solidarietà e della salvaguardia della persona. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione onlus “Pizzicarms”, in collaborazione con l’Officina Culturale Via Libera.
Nel primo incontro, sarà proiettato il film “Kidogò, un bambino-soldato” (2008), durata 40 minuti, racconta la storia di John Baptist Onama, oggi 42enne, che negli anni Ottanta è stato un bambino soldato nel suo Paese, l’Uganda. Il documentario, attraverso la sua testimonianza e quella di ragazzi e ragazze di altri Paesi africani, denuncia la terribile piaga dei piccoli combattenti, del traffico di armi e di materie prime del Continente Nero (petrolio, diamanti, oro, coltan, cassiterite, ecc…) e del ruolo delle banche armate in questo sporco business.

Il programma della serata sarà il seguente:
- ore 18:00 Proiezione
- ore 19:00 Dibattito
- ore 20:00 Aperitivo

Ingresso libero

Per maggiori informazioni:
Associazione Pizzicarms
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1925: Accordo internazionale per mettere al bando i gas velenosi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)