evento

Popoli resistenti

30 aprile 2019
ore 10:00 (Durata: 2 ore)

Popoli Resistenti, nasce dal desiderio della CGIL di Taranto di raccontare il fenomeno della Resistenza come fenomeno collettivo e di sensibilità umana: un sentimento che smuove le coscienze di chi si ciba di libertà, cultura e equità ed è pronto a “contaminare” il mondo attorno pur di non piegarsi all’ingiustizia e al sopruso.
Il recital vedrà il racconto di cinque storie ed è il frutto di tante sensibilità che hanno lavorato assieme verso un unico obiettivo. Il senatore Giovanni Battafarano insieme all’ ANPI Taranto (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), ci hanno fornito un importante canovaccio da cui partire. Poi come CGIL abbiamo esplorato la storia dei luoghi di lavoro. Taranto e la sua provincia, nelle fabbriche e nelle campagne appare prolifica di esempi, spesso sconosciuti.
Quello che ne viene fuori è un omaggio a storie di uomini e donne che hanno resistito, in alcuni casi anche perso, ma hanno cambiato il destino di interi popoli.
Storia, drammaturgia, musica e parole che restituiscono valore a chi si seppe opporre al muro del potere economico, dittatoriale o dell’ideologia imperante.

Quadro di apertura – Leningrado (Russia) 1941 – La Resistenza Culturale
Quadro 2 – Monaco di Baviera (Germania) 1942 – La Resistenza non violenta
Quadro 3 – Addis Abeba (Etiopia) – 29 luglio 1987 – La resistenza al potere economico
Quadro 4 – Santiago del Cile (Cile) 1973 – La resistenza al potere militare. La resistenza della Chiesa Cattolica
Quadro 5 – Taranto 1922-1937 – La Resistenza del mondo del lavoro
Concerto dei Raiz & Radicanto

Sono previsti gli interventi di:
- Paolo Peluso, segretario generale della CGIL di Taranto
- Marcello Barletta vice presidente ANPI Taranto
- prof. Bruno Jaffrè – biografo ufficiale di Thomas Sankara
- Giuseppe Massafra - segretario nazionale CGIL

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    Gran parte degli omicidi commessi avviene per mano della polizia

    Il Tribunale permanente dei popoli giudicherà lo Stato colombiano per genocidio

    Sotto la presidenza di Iván Duque sono stati uccisi 167 leader indigeni
    22 gennaio 2021 - David Lifodi
  • Latina
    Honduras

    Grave regressione dei diritti delle donne

    Proibizione dell’aborto e del matrimonio egualitario scolpita nella pietra
    22 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Svolta storica nel diritto internazionale

    Da oggi le armi nucleari diventano illegali

    Entra in vigore il TPNW (Treaty on the Prohibition of Nuclear Weapons), detto anche TPAN (Trattato di Proibizione della Armi Nucleari. Le armi nucleari vengono messe al bando in quanto armi indiscriminate. E' una vittoria del movimento pacifista internazionale e della campagna ICAN.
    22 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Un evento online promosso da Abolition 2000

    All’entrata in vigore del TPAN, ricordando la prima Risoluzione delle N.U.

    Ecco dei giorni che sembrano incastrarsi in un incrocio di eventi e di opportunità per l’obiettivo del disarmo atomico. Il nuovo Presidente U.S.A. Biden. Il TPNW. E il 75° anniversario della Risoluzione 1 (1) delle Nazioni Unite
    21 gennaio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)