evento

Critical Mass della Liberazione

25 aprile 2019
ore 15:30 (Durata: 2 ore)

CRITICAL MASS DELLA LIBERAZIONE

Il 25 aprile è giorno importante di festa e di memoria

La bicicletta è ribelle

lo sappiamo nel ricordo dell'utilizzo da parte delle staffette partigiane durante tutta la resistenza.

Festeggiare liberi girando per tutta la città in bicicletta in un pomeriggio di inclusione libertà e solidarietà è buon modo per ricordare il martirio di tanti che dedicarono la loro vita liberandoci dal periodo più oscuro violento e terribile che l'Europa ricordi.

MERCOLEDÌ 25 APRILE
ORE 15:30
LARGO MADONNINA PESCARA
CRITICAL MASS DELLA LIBERAZIONE

A colpi di pedale combatteremo chi vuole riportare odio e orrore

Come ci si comporta in una Critical Mass?

Ogni città è diversa, ma nell'arco degli anni alcune pratiche si sono dimostrate più efficaci di altre.
Chi conduce la CM?
Solitamente chi sta davanti, ma non è garantito. Chi ha proposte da fare sulla direzione da prendere deve portarsi in testa alla massa e mettersi in relazione con quelli che ha intorno. Ogni massa è un esperimento avanzato di democrazia diretta.
Le ambulanze vengono fatte passare a prescindere le macchine e i motorini che si infiltrano(succede) dalle traverse e si trovano incastrate nella massa danno fastidio e rovinano l’atmosfera meglio liberarsene.
Con gli automobilisti impazienti, incapaci di aspettare pochi minuti per lasciar sfilare l'intera CM, è preferibile non cadere in inutili confronti, ma piuttosto parlare con i soggetti e magari consegnare un volantino per sensibilizzarli, affinché ragionino su quante volte ci siamo trovati, noi in bicicletta, imbottigliati in mezzo ad un traffico a cui non abbiamo contribuito se suonano il clacson, esporre cartelli con scritto “suona il clacson se ti piacciono le biciclette” a volte si possono scambiare pure due chiacchiere con chi è dentro la macchina.
Inutile fare i fanatici.
Mantenere un'andatura né troppo veloce né troppo lenta, aiuta il gruppo a mantenersi più compatto: la dispersione crea spazi in cui alcuni automobilisti cercano di imbucarsi.
Fermarsi al rosso può servire a ricompattare il gruppo questo per quanto riguarda la testa il resto della massa viene di seguito senza mai fermarsi.
Se alcuni volontari fanno da “tappo” agli incroci, il resto della CM può sfilare in tranquillità. Il tappo serve sopratutto per non spezzare la CM, quando la testa attraversa l'incrocio con il semaforo ancora verde e il resto della Massa si ritrova il segnale rosso.
Cosa fare in caso di foratura o guasto? Arrangiarsi, la CM non può fermarsi continua e va avanti. Se la situazione lo suggerisce, un piccolo gruppo può fornire aiuto e protezione.
In generale, meglio divertirsi che rodersi il fegato.

CONDIVIDI INVITA DIFFONDI

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)