Conflitti

Le nuove guerre: Iraq e Afghanistan svelate dai giornali

26 luglio 2010

Ma a cosa sono servite le guerre in Iraq e in Afghanistan? Dal punto di vista militare si sono rivelate un enorme insuccesso se non fosse che i neocon sono riusciti a creare un clima politico per cui guerra e sicurezza sono diventate la stessa cosa. Non ci sarebbero alternative alla guerra perchè queste significherebbero una diminuzione della sicurezza interna. La sicurezza americana è stata affidata al Department of Homeland Security e a società private il cui scopo è diventato una sfida alla democrazia di proporzioni che non hanno precedenti nella storia.

Con Barack Obama, il presidente che aveva promesso una politica trasparente (la Glasnost come fu per Gorbaciov), la segretezza è stata intensificata.
"Nella zona di Washington, ci sono uffici aziendali che gestiscono 4,000 informazioni classificate, il 25 per cento in più dello scorso anno di ..."

Il Washington Post ha iniziato a pubblicare una serie di articoli nel sito Top Secret America, il Guardian pubblica Afghanistan war logs: Massive leak of secret files exposes truth of occupation, in entrambi si trovano una quantità incredibile di informazioni che svelano come la sicurezza sia diventata un sistema segreto di sicurezza nazionale e i crimini di guerra siano aumentati e registrati come incidenti. Rachel Reid che indaga gli incidenti di vittime civili in Afghanistan per Human Rights Watch ha dichiarato: "Questi file portano alla luce ciò che è stata una tendenza costante da parte degli Stati Uniti e le forze Nato: l'occultamento delle vittime civili".
In Iraq le rivelazioni non riguardano solo le uccisioni dei civili (un analista dell'intelligence di 22 anni, Bradley Manning, è stato arrestato in Iraq con l'accusa di aver trasmesso materiale classificato http://www.bradleymanning.org/ , e la creazione di "Schiave del sesso in Iraq e Afghanistan", notizia pubblicata anche su Repubblica http://www.repubblica.it/esteri/2010/07/19/news/scandalo_contractors-5667680/ , ma evidenziano i danni di queste nuove guerre all'uomo e all'ambiente. Uno studio sulla mortalità infantile per cancro a Fallujah si sta scoprendo maggiore di Hiroshima: Cancer, Infant Mortality and Birth Sex-Ratio in Fallujah, Iraq 2005–2009 http://www.mdpi.com/1660-4601/7/7/2828/pdf

La Casa Bianca condanna la fuga di notizie: «Pericolo per i militari Usa»
http://www.corriere.it/esteri/10_luglio_26/afghanistan-documenti-segreti_081f12fe-9876-11df-a51e-00144f02aabe_print.html

Top Secret America Blog
http://projects.washingtonpost.com/top-secret-america/
Afghanistan war logs
http://www.guardian.co.uk/world/series/afghanistan-the-war-logs
http://www.guardian.co.uk/world/2010/jul/25/afghanistan-war-logs-military-leaks

 

Articoli correlati

  • Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili
    Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?
    Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
  • Pagina web della Campagna Guantanamo
    PeaceLink
    Le cose fatte e da fare

    Pagina web della Campagna Guantanamo

    L'obiettivo della campagna è quello di chiedere la chiusura della prigione americana di Guantanamo. La campagna si rivolge al presidente del Consiglio Mario Draghi e ai parlamentari italiani ed europei perché facciano pressione sul governo USA e lo richiamino al rispetto dei diritti umani.
    15 settembre 2021 - Campagna Guantanamo
  • Nel nostro morbido bozzolo di indifferenza e di ignavia
    Laboratorio di scrittura
    A settecento anni dalla morte di Dante

    Nel nostro morbido bozzolo di indifferenza e di ignavia

    Viviamo in una zona di confort irreale, come se esistessimo solo noi. Non conosciamo gli eroi del nostro tempo, sono perseguitati e non li sosteniamo. Da questa letargica indifferenza ci risvegliamo quando la TV ci fa sentire in colpa e magari organizza un nuovo criminale "intervento umanitario".
    15 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)