CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Italian Cyberspace Law Conference a Bologna il 21 e 22 novembre

Annunciato il programma della terza edizione della Italian Cyberspace Law Conference
18 settembre 2003 - dirittodautore.it

Annunciato il programma della terza edizione della Italian Cyberspace Law Conference, uno degli eventi più importanti in Europa in tema di diritto dell'informatica e delle nuove tecnologie. Brevetti software, Testo Unico della privacy, processo telematico, hacking della firma digitale e sicurezza sono i temi portanti delle due giornate di studio di quest'anno, che si terranno a Bologna il 21 e 22 novembre prossimi.

Il recente Testo Unico in materia di privacy e i suoi aspetti informatico-giuridici, il processo telematico in via di attuazione in tutti i tribunali, il problema della brevettabilità del software e del nuovo diritto d'autore, la sicurezza e l'hacking del sistema di firma digitale, sono solo alcuni dei temi portanti delle sessioni di studio della terza edizione della Italian Cyberspace Law Conference (ICLC), che si terrà a Bologna il 21 e 22 novembre prossimi.
La ICLC è diventata, in questi anni, un appuntamento tradizionale per i giuristi informatici italiani, che ogni novembre si riuniscono a Bologna per scambiare opinioni e fare il punto sul panorama giuridico informatico nazionale ed internazionale.

Nelle due giornate sono previste 16 relazioni di professionisti - avvocati, informatici, hackers, professori universitari - che approfondiranno tutti gli aspetti più importanti del diritto delle nuove tecnologie con un taglio pratico e di grande interesse sia per il mondo professionale ed accademico sia per il mondo aziendale.

La prima sessione riguarda la figura professionale del 'giurista telematico' e i suoi rapporti con le regole deontologiche, con il diritto dell'informatica e con la nuova disciplina della privacy. Il Prof. Giovanni Ziccardi, Associato di Informatica Giuridica presso l'Università di Milano e chairman della ICLC, introdurrà gli interventi dell'Avv. Rosario Imperiali d'Afflitto (Gruppo Imperiali, Milano, e contributor de Il Sole 24Ore), del Prof. Remo Danovi (Presidente del Consiglio Nazionale Forense), dell'Avv. Stefano Sutti (Studio Sutti, Milano) e dell'Avv. Raffaele Zallone (Studio Zallone, Milano). I temi trattati saranno l'informatica nello studio legale, le nuove regole deontologiche e il rapporto tra avvocati, siti Web e consulenze online, la privacy nello studio legale e nella attività professionale, le competenze necessarie al moderno giurista informatico.
Nel pomeriggio della prima giornata si parlerà invece di firma digitale, hacking e sicurezza. Il Prof. Danilo Bruschi, Professore Ordinario di Sicurezza dei Calcolatori e delle Reti, Università degli Studi di Milano, Presidente del CLUSIT e Membro del Comitato tecnico nazionale sulla sicurezza informatica e delle telecomunicazioni nelle pubbliche amministrazioni, modererà una sessione 'infuocata' dove esperti informatici ed hackers evidenzieranno le possibili lacune di sicurezza dei sistemi di firma digitale e di certificazione e alcuni avvocati delineeranno, contestualmente, le problematiche giuridiche.
Aprirà il pomeriggio l'Ing. Stefano Zanero di Securenetwork, columnist di Computer World, che illustrerà il sistema di firma digitale italiano e le problematiche di sicurezza. Seguirà una sessione sugli aspetti giuridici della sicurezza della firma digitale e delle smartcard, curata dall'Avv. Luigi Neirotti, Consulente Legale di Infocamere, per poi passare alla relazione pratica del Dr. Igor Falcomatà, di Infosec, che esporrà problematiche correlate all'hacking della firma digitale e all'attacco ai contenuti delle smartcards. Concluderà la giornata una relazione giuridica in tema di aspetti penalistici dell'hacking della firma digitale e della falsificazione del
documento informatico curata dall'Avv. Paolo Galdieri di Roma.

La seconda giornata sarà dedicata alla sicurezza e al diritto d'autore. La mattinata, moderata dal Prof. Renzo Davoli dell'Università di Bologna, si aprirà con una relazione di Dario Forte, Founder di Incident Response Team Italy, che illustrerà le principali tipologie di attacco informatico alle realtà economiche e finanziarie. Seguirà un workshop pratico in tema di intercettazione degli SMS, lettura delle comunicazioni in chiaro, intercettazione delle comunicazioni cellulari e garanzie per l'individuo, curato dall'avv. Luca Lupària, Ricercatore di Procedura Penale dell'Università degli Studi di Milano.
La seconda parte della mattinata si occuperà di processo telematico e di sicurezza. In particolare la relazione dell'Avvocato Massimo Melica, Presidente del Centro Studi Informatica Giuridica, illustrerà il processo telematico e il suo rapporto con l'innovazione e la sicurezza, A chiudere la mattinata uno speech dell'Avv. Pierluigi Perri, Dottorando di Ricera in Informatica Giuridica, Università degli Studi di Bologna e columnist di Hackers & C, che parlerà delle problematiche giuridiche dei test di sicurezza su sistemi informatici.

Come è ormai usanza consolidata, la conferenza si chiude, il pomeriggio del sabato, con la sessione sul nuovo diritto d'autore nell'era digitale, tradizionalmente moderata dal Prof. Avv. Luigi Carlo Ubertazzi dell'Università degli Studi di Pavia. La discussione si preannuncia animata: sono stati invitati a partecipare l'Avv. Simona Cazzaniga dello studio Sutti di Milano, esperta di proprietà intellettuale, l'Avv. Andrea Monti, che si occuperà di open source e brevettabilità del software, il Prof. Avv. Gustavo Ghidini della LUISS di Roma e il Prof. Angelo Raffaele Meo del Politecnico di Torino (in attesa di conferma) che discuteranno di proprietà intellettuale, proprietà industriale e open source.
Anche quest'anno l'evento, che, per consentire un migliore svolgimento dei lavori, è tradizionalmente a numero chiuso (200 partecipanti), è organizzato e curato da Planning Congressi di Bologna (www.planning.it). Per informazioni sulle quote di partecipazione e sulla logistica: Giorgia Spiga, Planning Congressi, e-mail g.spiga@planning.it , Tel. 051-300100.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)