CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Linux orientato alla didattica
    So.Di.Linux

    Linux orientato alla didattica

    Un ottimo esempio anche di green economy perché consente - essendo un software "leggero" - di riutilizzare computer ancora funzionanti ma poco potenti. Computer che rischiano di andare in discarica ma che con Linux tornano a "nuova vita"
    5 dicembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà
    Stallman, chi era costui? :-)

    Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà

    Per chi non è avvezzo al sistema operativo del "pinguino", il nome di Stallman non dice nulla. E per chi non segue le vicende del "software libero", o non sa che la Rete può diventare un'arma a doppio taglio, difficilmente avrà partecipato all'importante e seguitissimo incontro che si è tenuto a Firenze lo scorso 14 settembre 2013; ospite illustre, appunto, Richard Stallman.
    25 settembre 2013 - Roberto Del Bianco
  • Dal pensiero strade per innovare
    Tesi del Master "Scienza Tecnologia e Innovazione"

    Dal pensiero strade per innovare

    Software e comunicazione digitale, circolazione della conoscenza ed esigenze di tutela della proprietà intellettuale
    28 gennaio 2010 - Lidia Giannotti
  • Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux
    Dopo la protesta di PeaceLink

    Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux

    Ieri PeaceLink aveva rilanciato le preoccupazioni della comunità Linux, in particolare quelle del forum di Ubuntu, circa l'impossibilità di vedere in diretta i canali della Rai.
    16 febbraio 2010 - Associazione PeaceLink
Il software libero, gratuito, aperto e "verde"

Linux Day: un'altra informatica è possibile

Clicca su http://www.linuxday.it e cerca l'iniziativa più vicina a te. Con Linux è possibile un'informatica eco-sostenibile che non porti in discarica computer ancora funzionanti ma "obsoleti" rispetto all'assurda quantità di risorse hardware richieste dai software Microsoft
25 ottobre 2008 - Alessandro Marescotti

Il Linux Day è una manifestazione nazionale articolata in eventi locali che ha lo scopo di promuovere Linux e il software libero. Il Linux Day è promosso da ILS (Italian Linux Society) e organizzato localmente dai LUG italiani e dagli altri gruppi che condividono le finalità della manifestazione.
La responsabilità dei singoli eventi locali è lasciata ai rispettivi gruppi organizzatori, che hanno libertà di scelta per quanto riguarda i dettagli delle iniziative locali, nel rispetto delle linee guida generali della manifestazione.
Il pinguino, simbolo di LInux
Cliccando su http://www.linuxday.it c'è la mappa delle città e dei luoghi dove sono organizzati incontri e iniziative.

La prima edizione del Linux Day si è tenuta il 1° dicembre 2001 in circa quaranta città sparse su tutto il territorio
nazionale. Il numero è notevolmente cresciuto negli anni divenendo ormai un appuntamento immancabile nel panorama del software libero italiano.

Il presidente della Repubblica Italiana Napolitano ha mandato una lettera di augurio agli organizzatori Linux Day. Al predidente della Repubblica era stato offerto un computer con il sistema operativo Linux.

Per chi non lo sapesse, Linux è un sistema operativo completamente opposto rispetto a Windows. Mentre Windows è a pagamento, Linux è gratuito. Mentre Windows ha i codici di programmazione segreti, Linux è “open source”, ossia lo si può studiare dal di dentro, è pubblico, non ci sono segreti industriali e così la comunità dei programmatori lo può migliorare continuamente attraverso un processo assolutamente trasparente e gratuito.

I risultati di questa rivoluzione copernicana sono evidentissimi.

Con Windows tutte le scuole e tutti gli uffici della pubblica amministrazione sono obbligati ad acquistare le licenze di Windows e a spendere una marea di soldi. Con Linux no.

Ma anche sotto il profilo pratico le cose cambiano.

Linux è molto stabile, è raro che si blocchi e, soprattutto, non subisce l'attacco dei virus (a meno che l'utente non decida volontariamente di installare programmi di provenienza ignota, e comunque ogni installazione
richiede password).

Infine: avete a cuore l'ecologia e il consumo responsabile?

Con Linux, scegliendo versioni "leggere" si possono riutilizzare vecchi computer. Oggi milioni di computer nel mondo vengono portati in discarica non perché "rotti" ma perché "vecchi". Con Linux possono essere "resuscitati" e collegati in rete svolgendo almeno le funzioni minime di navigazione su Internet e di scambio della posta elettronica.

Ad esempio questa pagina web è stata creata da una postazione informatica completamente "riciclata": il "tower" con processore e RAM 256 Mb (solamente) è un "dono" del mio amico Carlo (che mi ha regalato anche una vecchia tastiera IBM solidissima di 25 anni fa, migliore delle attuali), il monitor da 17 pollici è un "dono" del mio amico Francesco e il mobiletto portacomputer è un "dono" di mio cognato Nicola che ha sua volta è stato ereditato dal padre della moglie di mio cognato. E il computer funziona con Linux: da due anni di uso mai un virus ha infettato il computer. E per le stampanti: Linux ha riconosciute all'istante, scanner compreso, senza tanti problemi.

Ho recentemente acquistato un computer portatile nuovo a 178 euro: ha Linux e 512 Mb di memoria.

E' difficile da usare Linux? Neppure per idea. E si possono scegliere diverse versioni, a seconda delle necessità (ad esempio per i vecchissimi computer è utile Puppy Linux, che è leggerissimo).

Milioni di persone hanno usato Windows solo per abitudine.

Anche io ero un pigro utente Windows, ma piano piano ho scoperto che cambiare è possibile e la mia esperienza l'ho raccontata qui: http://www.peacelink.it/mosaico/a/18787.html

Oggi con il Linux Day potrete toccare con mano che un'altra informatica è possibile.

Note:

Linux è anche una alternativa occupazionale. Leggi
Linux sbarca a Taranto, il futuro "morbido" del software nella terra del "duro" acciaio
http://lists.peacelink.it/news/2007/11/msg00033.html

Occorre arrivare alla libertà di scelta all'atto dell'acquisto: il consumatore deve poter scegliere fra Linux e Windows.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)