Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Afghanistan: ddl; tutte le misure,fondi per le missioni

7 luglio 2006
Fonte: ANSA (http://www.ansa.it)

Poco meno di mezzo miliardo di euro. E' questo il totale dei finanziamenti stanziati dal governo per le missioni italiane all'estero nel secondo semestre del 2006 secondo il disegno di legge che dovrebbe approdare in Aula a Montecitorio il 17 luglio. Obiettivo principale la proroga delle operazioni militari, ma anche di cooperazione e di tutela del patrimonio culturale. Fra i capitoli dei provvedimenti al centro del confronto nelle commissioni Esteri e Difesa della Camera, quello legato al raddoppio dei finanziamenti per Enduring Freedom in Afghanistan e la conferma del codice penale di guerra sia a Kabul sia a Baghdad. IRAQ. Sono circa 129 milioni di euro i fondi stanziati per la fase di rientro entro l'autunno 2006 del contingente militare che partecipa alla missione internazionale Antica Babilonia, mentre sono poco piu' di 33 milioni, 11 in piu' rispetto al passato, quelli stanziati fino a dicembre 2006 per la prosecuzione della missione umanitaria, di stabilizzazione e ricostruzione. AFGHANISTAN. Per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione internazionale Isaf sono stati stanziati fino alla fine dell'anno oltre 136 milioni di euro (erano circa 148 nella precedente proroga), contro i 25.569.180 (circa 13 sei mesi fa) a disposizione del personale militare e dei mezzi della Marina militare impegnato nella missione multinazionale che opera nel quadro di 'Enduring Freedom'. Si e' verificata dunque una diminuzione dei fondi per la missione Isaf di 12 milioni, gli stessi che vengono aggiunti all'operazione a guida Usa. Perche? Nel ddl e' spiegato che ''le missioni svolte da forze navali in linea con le risoluzioni Onu sono finalizzate ad offrire deterrenza e protezione contro le attivita' terroristiche e di pirateria marittima in quelle aree, nonche' attivita' di controllo e sorveglianza, di scorta e di contromisure perle mine. La spesa e' riferita - si legge nella relazione al provvedimento - anche alla presenza di una fregata che pur se non dotata di di copertura finanziaria per il primo semestre 2006 e' stata di fatto impiegata a decorrere dal mese di febbraio''. CODICE MILITARE DI GUERRA. Al personale militare che partecipa alle missioni Antica Babilonia, Enduring Freedom, Active Endeavour e Isaf si applica il codice penale militare di guerra. BALCANI. La partecipazione di personale militare alla missione internazionali in Kosovo, nell'area balcanica e in Albania costera' per il prossimo semestre al governo circa 95milioni di euro, mentre un'altra trentina e' stata stanziata per le missione in Bosnia-Erzegovina Althea. MEDIORIENTE, AFRICA, CIPRO. Gli altri teatri in cui l'Italia e' impegnata ma le risorse sono decisamente inferiori per un totale di 6.290.623 di euro. COOPERAZIONE. Sono in tutto 17.500.000 i finanziamenti stanziati per interventi di cooperazione in Afghanistan e Sudan. Il provvedimento finanzia alcuni programmi di intervento previsti per il secondo semestre del 2006 in Iraq per una spesa globale di quasi 31 milioni di euro. Tra le voci: circa 650 mila euro per il funzionamento dell'unita' di sostegno alla ricostruzione di Nassiryia, 4 milioni circa per la formazione di quadri e tecnici nei settori elettrico, idrico, petrolifero e dei trasporti. Il ddl finanzia, tra l'altro, con poco piu' di 500 mila euro una ''azione di supporto tecnico alla commissione elettorale indipendente irachena in vista delle elezioni dei Governatori, e la realizzazione e l'informatizzazione dell'anagrafe di Nassiriya. FEDERALISMO. Dal momento che la nuova Costituzione irachena ha connotati federalistici Il provvedimento finanzia seminari nel corso dei quali esperti internazionali di federalismo incontreranno responsabili parlamentari e politici iracheni e societa' civile. Scopo dei seminari ''facilitare una migliore comprensione nl pubblico iracheno degli elementi federalistici''. Costo 464.000 euro compresi spot su radio e Tv e pubblicita' sui quotidiani. CULTURA. Non mancano interventi ''culturali'': la mappatura del patrimonio culturale della regione curda (250 mila euro per disegnare carte tematiche e del rischio archeologico), la ristrutturazione del museo di Suleymania (un milione di euro), una ricognizione della cittadella di Ebril, uno dei piu' antichi insediamenti umani) (per 472 mila euro); la ristrutturazione della cupola della moschea di Samarra, uno dei principali luoghi di culto della comunita' islamica sciita (per circa 500 mila euro). SANITA'. Quanto alla sanita' nei prossimi sei mesi il governo italiano finanzia un programma di cardiologia e oncologia pediatrica nella regione curda (per 5 milioni di euro) e la prosecuzione del programma della Croce Rossa (per un milione di euro). GIORNALISTI. Infine, anche uno stage per giornalisti iracheni: il provvedimento copre le spese (circa 61.000 euro) per un corso di formazione destinato a sei giornalisti iracheni della carta stampata e delle agenzie.

Articoli correlati

  • Afghanistan: Usa e Nato tornano a casa ammettendo il fallimento della missione
    Editoriale
    Mentre la CPI ha aperto un'inchiesta per i crimini di guerra commessi da militari americani

    Afghanistan: Usa e Nato tornano a casa ammettendo il fallimento della missione

    Volevano vincere una guerra ma dopo vent'anni tornano a casa sfiancati, come in Vietnam. La propaganda di un tempo si è appannata per lasciar spazio alla sconfitta di una missione. Venti anni fa avevamo ragione ad opporci a una guerra che è costata miliardi di dollari e migliaia di vite umane.
    1 maggio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate
    Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Un viaggio di pace
    Pace
    Nel Kurdistan iracheno il momento finale del viaggio di Papa Francesco

    Un viaggio di pace

    I Curdi e il Kurdistan, grazie alla loro accoglienza al Papa, hanno confermato, come sempre, di essere un popolo di pace e terra di accoglienza, fratellanza e convivenza tra culture, religioni ed etnie diverse, se questa terra viene lasciata e tenuta lontana dagli interessi politici ed economici.
    7 marzo 2021 - Gulala Salih
  • Orrore in Afghanistan, uccisi 39 civili dalle forze speciali australiane
    Conflitti
    Ai più giovani veniva imposto di uccidere fuori dai combattimenti come rito di iniziazione militare

    Orrore in Afghanistan, uccisi 39 civili dalle forze speciali australiane

    Ma a finire sotto accusa è per ora l'avvocato militare David William McBride che ha rivelato i crimini di guerra. Dopo aver provato invano a smuovere i vertici militari, ha fornito le prove alla TV australiana.
    22 novembre 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)