Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • Modugno Sorgenia va avanti, ma Losappio frena
    Losappio: «Senza ok Aia vado in procura»

    Modugno Sorgenia va avanti, ma Losappio frena

    La società Sorgenia del gruppo De Benedetti, proprietaria dell'impianto a turbogas di Modugno, a giugno metterà in moto le turbine per la prova generale della centrale, prima dell'entrata in funzione a pieno regime che avverrà entro la fine dell'anno. Nel frattempo, però, l'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio, si dice «pronto a rivolgersi alla Procura della Repubblica nel caso in cui l'impianto venga messo in moto senza l'Aia, autorizzazione integrata ambientale».
    20 febbraio 2008 - Luca Barile
  • Modugno «La centrale inquina quanto tutta Bari»
    Per l'Arpa gli effetti dell'impianto turbogas sarebbero gravi

    Modugno «La centrale inquina quanto tutta Bari»

    «Due milioni di tonnellate di CO2 all'anno: nonostante il valore elevato di anidride carbonica, per l'Arpa non ci sarebbero rischi immediati e diretti per la salute pubblica»
    20 dicembre 2007 - Luca Barile
  • Fermiamo lo scempio ambientale a Modugno
    La minaccia della turbogas e di un'inceneritore incombono sulla cittadina in provincia di Bari

    Fermiamo lo scempio ambientale a Modugno

    "Abbiamo il dovere di informarci obiettivamente, quindi impegnarci in prima persona, su quali danni alla salute e all’ambiente la Centrale di Sorgenia potrà arrecare, andando ad aumentare un carico inquinante che vede Modugno ai primi posti tra i comuni più “malsani” della Regione Puglia".
    10 dicembre 2007
  • Turbogas: disposto un confronto con Termoli
    In 17 pagine, Montanari racchiude i presunti pericoli dell centrale di Modugno

    Turbogas: disposto un confronto con Termoli

    Tra qualche giorno, la procura di Bari - per capire se l'inaugurazione a Modugno della centrale turbogas di Sorgenia potrà avere o meno un impatto negativo sull'ambiente - acquisirà la documentazione scientifica del-l'Arpa, chiamata a verificare la qualità dell'aria a Termoli.
    5 dicembre 2007
Un coordinamento per la "sostenibilità" in Puglia

I Comitati e le Associazioni Ambientaliste Pugliesi faranno fronte comune

Quello a cui stiamo assistendo oggi, nei nostri territori, è un vero e proprio assalto senza precedenti all'ambiente e, cosa più drammatica, ciò sta investendo tutto il sud!
8 novembre 2007 - Comitato Cittadino "ProAmbiente" Modugno

- E' indetto per Martedì 13 Novembre, alle ore 17.30 presso lo Shalter Club sito a Modugno in Via Roma nr. 140, un incontro tra tutti i comitati cittadini e le associazioni ambientaliste della Regione Puglia, vista l'esigenza di creare un Coordinamento Regionale Ambientale Pugliese, al fine di redigere, fra l'altro, una sorta di piattaforma comune e condivisa da presentare agli organi politici regionali che fino ad ora hanno viaggiato su contraddizioni macroscopiche.

Quello a cui stiamo assistendo oggi, nei nostri territori, è un vero e proprio assalto senza precedenti all'ambiente e, cosa più drammatica, ciò sta investendo tutto il sud!

La "legge-delega ambientale" ha messo in atto un devastante momento di evoluzione politica e legislativa in materia di tutela ambientale, con una deregulation finalizzata a favorire ogni forma di aggressione e sfruttamento del territorio e nel contempo tesa ad azzerare i sistemi di controllo e sanzione, favorendo di conseguenza le illegalità e gli abusi ad ogni livello. Il sistema politico-istituzionale appare inadeguato a contrastare questo processo ed in molti casi esso è il "soggetto attuatore".

Inoltre, tali scelte "devastanti" vengono effettuate spesso contro la popolazione, la salute, l'ambiente e le vocazioni dei territori, favorendo i grandi interessi economici nazionali e multinazionali con il risultato di produrre deliberatamente fenomeni di degradazione sociale, territoriale con il conseguente impoverimento di vasti comprensori.

Quello a cui stiamo assistendo oggi, nei nostri territori, è un vero e proprio assalto senza precedenti all'ambiente e, cosa più drammatica, ciò sta investendo tutto il sud!

Obiettivo prioritario del nuovo organo di partecipazione democratica che si andrà a costituire, sarà quello di adottare strategie tendenti a chiedere ed ottenere dalla "politica" scelte coerenti per i diversi territori secondo un modello di sviluppo basato sulla sostenibilità, sulla tutela delle risorse naturali e dei valori riconosciuti, rafforzando l'identità collettiva attraverso la partecipazione e la condivisione.

L'assenza di un confronto relativo alla situazione ambientale evidenzia il quadro politico attuale che appare caratterizzato da una concezione generale secondo cui l'ambiente non è più considerato un valore in sé ma viene volutamente considerato esclusivamente un appendice del mercato.

Infine, la nascita del coordinamento non dovrà essere vista come l'annientamento di ogni singola identità, ma come la tutela di ogni singola peculiarità; dovrà essere concepita come uno strumento di vera democrazia e di potenza comunicativa.

Prime adesioni: ABAP, Sviluppo Sostenibile, Rete NO CENTRALE San Severo, Comitato Cittadino "ProAmbiente" di Modugno, Associazione Esposti Amianto, Comitato Salute e Ambiente SudEst, Rete Jonica per l'Ambiente, Liberatorio Politico di Molfetta, Medicina Democratica.

Per info/contatti/adesioni:
Nicola Catucci - Comitato Cittadino "ProAmbiente" Modugno - 3489024679
www.proambientemodugno.it

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)