Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • Modugno Sorgenia va avanti, ma Losappio frena
    Losappio: «Senza ok Aia vado in procura»

    Modugno Sorgenia va avanti, ma Losappio frena

    La società Sorgenia del gruppo De Benedetti, proprietaria dell'impianto a turbogas di Modugno, a giugno metterà in moto le turbine per la prova generale della centrale, prima dell'entrata in funzione a pieno regime che avverrà entro la fine dell'anno. Nel frattempo, però, l'assessore regionale all'Ecologia, Michele Losappio, si dice «pronto a rivolgersi alla Procura della Repubblica nel caso in cui l'impianto venga messo in moto senza l'Aia, autorizzazione integrata ambientale».
    20 febbraio 2008 - Luca Barile
  • Modugno «La centrale inquina quanto tutta Bari»
    Per l'Arpa gli effetti dell'impianto turbogas sarebbero gravi

    Modugno «La centrale inquina quanto tutta Bari»

    «Due milioni di tonnellate di CO2 all'anno: nonostante il valore elevato di anidride carbonica, per l'Arpa non ci sarebbero rischi immediati e diretti per la salute pubblica»
    20 dicembre 2007 - Luca Barile
  • Fermiamo lo scempio ambientale a Modugno
    La minaccia della turbogas e di un'inceneritore incombono sulla cittadina in provincia di Bari

    Fermiamo lo scempio ambientale a Modugno

    "Abbiamo il dovere di informarci obiettivamente, quindi impegnarci in prima persona, su quali danni alla salute e all’ambiente la Centrale di Sorgenia potrà arrecare, andando ad aumentare un carico inquinante che vede Modugno ai primi posti tra i comuni più “malsani” della Regione Puglia".
    10 dicembre 2007
  • Turbogas: disposto un confronto con Termoli
    In 17 pagine, Montanari racchiude i presunti pericoli dell centrale di Modugno

    Turbogas: disposto un confronto con Termoli

    Tra qualche giorno, la procura di Bari - per capire se l'inaugurazione a Modugno della centrale turbogas di Sorgenia potrà avere o meno un impatto negativo sull'ambiente - acquisirà la documentazione scientifica del-l'Arpa, chiamata a verificare la qualità dell'aria a Termoli.
    5 dicembre 2007
Un nuovo coordinamento sfiducia il Comitato proambiente di Modugno

Sulla Turbogas di Modugno gli Ambientalisti si dividono

Si esprime massima condanna nei confronti di coloro che avendo assunto ruoli organizzativi, ormai da tempo pubblici e che avendo avuto notizia certa del trasporto già in metà mattinata dello stesso giorno si adopravano in senso nettamente contrario minimizzado sulla situazione.
17 novembre 2007

Sulla questione “centrale turbogas” di Modugno
Bitonto 16 novembre 2007

No alle Centrali a TurboGas Dopo i fatti del 15 novembre al porto di Bari che hanno visto protagoniste solo le cosiddette forze dell’ordine nella difesa degli interessi della società costruttrice della centrale della morte la Sorgenia, affluite in gran forze per garantire il trasporto speciale della turbina presso la costruenda centrale in modo da garantirne il completamento:

Si esprime massima condanna nei confronti di coloro che avendo assunto ruoli organizzativi, ormai da tempo pubblici e che avendo avuto notizia certa del trasporto già in metà mattinata dello stesso giorno e, inoltre, dopo diversi solleciti ad organizzare una mobilitazione popolare, solleciti arrivati da cittadini anche di altre località, si adopravano in senso nettamente contrario minimizzado sulla situazione e così facendo hanno allungato ulteriormente e gravemente la lista degli “errori” loro che il popolo sta pagando.

Va sottolineato che la mobilitazione popolare è stata sollecitata espressamente come “fatto essenziale” anche dallo stesso Sottosegretario Marchetti, in una pubblica conferenza tenutasi a Modugno nella Sala del Comando della Polizia Municipale, che vedeva tra gli organizzatori lo stesso “Comitato proambiente di Modugno” subito dopo i gravi fatti della notte tra il 30 e il 31 dello scorso ottobre, che han visto le stesse forze dell’ordine intervenire violentemente contro inermi cittadini per garantire il primo trasporto delle turbine, trasporto fallito la notte del sabato precedente proprio per la compatta resistenza popolare nonostante le azioni di boicottaggio in atto.

Sfiduciando il Comitato proambiente di Modugno

Invitiamo tutti i cittadini onesti alla massima mobilitazione per la difesa della nostra Terra, a prendere distanze con massima fermezza dalla politica, ad isolare chi agita confusioni impotenti per rimestare le acque torbide della politica, per rane e ranocchi che gracidano e basta, essenziali per il controllo sociale e la stagnazione del movimento popolare.

Si fa appello per la costruzione di un forte e coeso “Coordinamento di zona” collegandolo a tutte le altre realtà di lotte estendendo il “Patto di Mutuo Soccorso”.

Gino Ancona, ing. Roberto Dammicco, dott. Andrea Bitonto
del Coordinamento per la Difesa del Patrimonio Culturale
contro le devastazioni ambientali
tel. 333 4124262 fax 080 3717925 mail rivoltalibera@libero.it
Cittadini di Bari, Palo del Colle, Bitonto e Palombaio

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)