Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

La "Terra di Mezzo". Solo romana o anche nazionale?

Non è così evidente, grazie anche alla scarsa informazione, ma l'articolo 38 del D.L. n. 133 spoglia i territori di ogni voce sulle domande di trivellazioni petrolifere
7 dicembre 2014
Guido Picchetti

La Medoilgas Italia SpA

"Che schifo !!!"... E' quel che ha detto ieri Matteo Renzi a proposito di quanto finora venuto alla luce nella "Terra di Mezzo" romana... Ma quale espressione dovrebbe usare il nostro premier se si rendesse conto di quel che "NON" viene alla luce nella "Terra di Mezzo" nazionale, e di cui solo qualche pallido riverbero si arriva a registrare on line, incapace di raggiungere la luce dei riflettori dell'informazione ufficiale... Eppure materia non manca e in vari settori delle attività "produttive"...

Ad esempio in campo energetico, dove proprio ieri registravamo on line (grazie alla segnalazione di Amalia Assunta di Florio) che il Tar Puglia di Bari ha bocciato il Progetto di perforazione di un pozzo esplorativo di ricerca idrocarburi denominato “Masseria Sipari 1 Dir” nel Comune di Foggia !!!  

La società proponente è la "Medoilgas Italia SpA" e il parere negativo sull’istanza proposta da Medoilgas Italia S.p.A. affinchè il suo progetto non venisse assoggettato alla procedura di V.I.A., è arrivato dal Tar in quanto il pozzo esplorativo, secondo lo studio presentato dalla stessa Medoil, risulta troppo vicino al centro abitato di Foggia (circa 5 km) ed all’aeroporto (circa 2,5 km) !!!  

Tutto bene quindi, a quanto pare…

Ma come la mettiamo ora con lo “Sblocca Italia” voluto dal Premier e il suo 'maledetto' articolo 38, che spoglia i territori di ogni voce in materia di trivellazioni petrolifere? Varrà qualcosa la sentenza del Tar Puglia, e sarà solo un ennesimo espediente per alzare le "poste" dei trafficanti della "Terra di Mezzo" nell'intero Paese ? Con il silenzio che regna in proposito sull'informazione ufficiale, altrochè se c'è da temerlo !!!  

Leggi la sentenza del Tar Puglia pubblicata da Stato Quotidiano il 3 dicembre 2014 all'url  

http://www.statoquotidiano.it/03/12/2014/foggia-pozzo-per-ricerca-idrocarburi-tar-boccia-medoilgas/276147/

I cittadini a Potenza contro le trivelle (4 dic 2014)

SBLOCCA TRIVELLE. CRONACA BASILICATA del 04/12/2014.  

A Potenza un lunghissimo corteo di cittadini (10mila secondo gli organizzatori) stamane ha sfilato per le strade di Potenza fino al piazzale antistante la Regione Basilicata. “Tutti uniti contro lo Sblocca Italia e il suo 'maledetto' articolo 38, che spoglia i territori di ogni voce in materia di trivellazioni petrolifere".  

http://basilicata.basilicata24.it/cronaca/petrolio-15844.php 

_________________________ 

Guido Picchetti
C.da Penna – Via Pietra Tonda 14
91017 Pantelleria (TP) - Italy
tel. 0923 916077 – cell. 3331436242

http://www.guidopicchetti.it/ 

https://www.facebook.com/guido.picchetti

 

Articoli correlati

  • Di Maio: "Aveva deciso il vecchio governo, non potevamo fare altrimenti"
    Ecologia
    Autorizzazioni rilasciate dal Mise per cercare idrocarburi nel Mar Ionio

    Di Maio: "Aveva deciso il vecchio governo, non potevamo fare altrimenti"

    Il Movimento NoTriv: "Il voltafaccia del governo è servito, la polvere è tale da non poter essere più nascosta sotto i tappeti". Critiche da Angelo Bonelli (Verdi). Michele Emiliano (Presidente Regione Puglia): "Delusione grandissima, ipocrisia di governo". Di Maio travolto dalle critiche su Facebook
    6 gennaio 2019 - Alessandro Marescotti
  • Notriv contro governo e M5s
    Ecologia
    Ricordate il referendum sulle trivellazioni? Il M5s dichiarava di volerle fermare. Adesso invece no

    Notriv contro governo e M5s

    Le associazioni Notriv contestano il nuovo approccio pentastellato finalizzato a ‘monetizzare il danno’. E aggiungono: “L’on. Liuzzi (M5s) si è ben guardata dal proporre un aumento royalties dell’80%. In proporzione addirittura uno stabilimento balneare paga molto di più di una società petrolifera”.
    1 dicembre 2018 - Redazione PeaceLink
  • "Basta con la guerra civile e ideologica, basta con la polemica"
    Sociale
    Dopo il voto referendario

    "Basta con la guerra civile e ideologica, basta con la polemica"

    Ieri sera Renzi ci ha detto ancora una volta che esercitare la democrazia equivale a condurre "una vecchia battaglia ideologica e politica". Ce l'ha con il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e con le tante associazioni che hanno animato la campagna referendaria
    18 aprile 2016 - Antonia Battaglia
  • Taranto Sociale
    Referendum del 17 aprile 2016

    Elenco soggetti autorizzati a designazione rappresentanti lista per la Puglia e alcuni strumenti per spiegare le ragioni del SI

    Gli studenti fuorisede e i lavoratori in trasferta possono votare se sono nominati rappresentanti di lista
    12 aprile 2016 - Fulvia Gravame

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)