Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Le modalità di sottoscrizione sono due: firma cartacea su modulistica presso i punti previsti o firma digitale on line.

Appello a cittadini e associazioni. Sottoscrivete #EspostoIlvaEni2017

La conferenza stampa il 7 dicembre presso il Municipio di Taranto nel salone degli Specchi alle ore 10
23 novembre 2017
Redazione Peacelink

#EspostoIlvaEni2017

Il 7 dicembre alle ore 10.00 presso la sala degli Specchi del Municipio di Taranto l'Associazione Peacelink presenterà in conferenza stampa i contenuti di un dossier che depositerà a mezzo esposto nei giorni successivi presso la Procura della Repubblica di Taranto. Documenti e materiale media (fotografie e video) relativi alle attività produttive dello stabilimento siderurgico Ilva e della raffineria Eni, dove si evidenziano criticità ambientali connesse al loro ciclo produttivo, caratterizzano questo dossier denominato #EspostoIlvaEni2017.

Lanciamo l'appello, da Trieste ad Augusta, passando da ogni regione italiana, dove cittadini ed associazioni affrontano problematiche legate all'inquinamento, al fine di poter unire le nostre conoscenze e le nostre esperienze maturate in anni di cittadinanza attiva nell'ambito delle vertenze ambientali. Per questo abbiamo pensato di dare la possibilità a cittadini ed associazioni sul territorio locale, nazionale, ed oltre, di sottoscrivere moralmente #EspostoilvaEni2017.

Contiamo nella partecipazione di chiunque voglia dare il suo contributo in un momento particolarmente favorevole all'unione degli intenti delle associazioni tarantine, e per questo estendiamo il nostro invito al territorio nazionale, per essere più forti, per sapere ed avere ragione, per ottenere giustizia ambientale. I nostri contatti non termineranno con questa sottoscrizione, anzi, a partire da qui continueremo a faremo rete.

Le modalità di sottoscrizione sono due: firma cartacea su modulistica presso i punti previsti o firma digitale on line. In entrambi i casi tutte le informazioni sano pubblicate sul sito web giustiziapertaranto.org
La raccolta firme terminerà entro e non oltre il 9 dicembre ed in occasione della conferenza del 7 faremo il punto della situazione. Tutte le firme raccolte saranno allegate all'esposto.

 

SOTTOSCRIVI SU GIUSTIZIAPERTARANTO.ORG

 

 

Per Peacelink

Fulvia Gravame, Alessandro Marescotti, Luciano Manna

Articoli correlati

  • ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini
    Ecologia
    Il 22 maggio manifestazione in piazza contro il dissequestro degli impianti siderurgici

    ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini

    Le quattro condanne di oggi verso l'Italia sono la plastica evidenziazione di tutte le inadempienze dei governi che si sono succeduti. Le quattro condanne di oggi della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) confermano Taranto come "zona di sacrificio" dei diritti umani.
    5 maggio 2022 - Associazione PeaceLink
  • Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute
    Ecologia
    Dichiarazioni forti in materia di diritti

    Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute

    Il Presidente del Tar di Lecce, Antonia Pasca, ha parlato dell'Ilva all'inaugurazione dell’anno giudiziario. Nel 2021 il Tar confermò invece l’ordinanza di chiusura dell'area a caldo del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.
  • Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale
    Citizen science
    Raffronto fra la mortalità dei quartieri più inquinanti di Taranto e la mortalità regionale

    Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale

    Dal 2011 al 2019 in totale vi sono 1075 morti in eccesso di cui 803 statisticamente significativi.
    L'eccesso di mortalità medio annuo è di 119 morti di cui 89 statisticamente significativi.
    L'intervallo di confidenza considerato è del 90%.
    13 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    Ci costituiamo in base all'art. 11 della nostra Carta Costituzionale: "L'Italia ripudia la guerra"

    Documento del Comitato per la Pace di Taranto

    Sabato 26 febbraio saremo in presidio a Taranto esprimendo la nostra preoccupazione per l'escalation militare. Chiediamo all'Italia e all’Europa di adoperarsi diplomaticamente per evitare il conflitto. Diciamo no all'estensione della Nato all'Ucraina e a nuove armi nucleari Usa in Europa.
    21 febbraio 2022 - Comitato per la Pace di Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)