Reuters: "Ecco gli abusi sui nostri inviati in Iraq"

Fonte: Ilte.net - 24 maggio 2004

Reuters ha rivelato i dettagli del brutale trattamento riservato a tre dei suoi inviati, tenuti prigionieri per lungo tempo dai soldati americani in Iraq. L'agenzia ha infatti pubblicato un estratto delle dichiarazioni dai giornalisti e da un cameraman della Nbc, che lavorano per Reuters da 15 anni: si parla di percosse e abusi sessuali degradanti. La decisione di rendere pubblica la notizia è stata presa in quanto il Pentagono ha rifiutato di dare spiegazioni dichiarando il caso "chiuso". Le violenze sono state perpetrate in un campo militare vicino a Falluja. Uno dei giornalisti ha affermato di essere stato costretto a subire per ore un interrogatorio, durante il quale veniva picchiato se appoggiava mani o piedi a terra, un altro di essere stato obbligato a bere litri di acqua. E ancora: "Mi hanno infilato carta in bocca, faticavo a respirare", "mi facevano leccare scarpe, o il mio dito medio, dopo averlo infilato dietro". Le forze Usa li accusavano di essere della resistenza nemica, sebbene loro avessero dichiarato di far parte della stampa e avessero con sé le attrezzature televisive. (Media Guardian)

Note: Fonte: http://www.ilte.net/mercati/editoria_e_stampa/news_estesa.asp?id=3317&DAT=SHORT

Articoli correlati

  • Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate
    Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Un viaggio di pace
    Pace
    Nel Kurdistan iracheno il momento finale del viaggio di Papa Francesco

    Un viaggio di pace

    I Curdi e il Kurdistan, grazie alla loro accoglienza al Papa, hanno confermato, come sempre, di essere un popolo di pace e terra di accoglienza, fratellanza e convivenza tra culture, religioni ed etnie diverse, se questa terra viene lasciata e tenuta lontana dagli interessi politici ed economici.
    7 marzo 2021 - Gulala Salih
  • Iraq, la rivolta continua
    Conflitti
    La situazione attuale

    Iraq, la rivolta continua

    Dopo la pandemia, il crollo del prezzo del petrolio e la nomina, frutto del compromesso tra USA e Iran, di al-Kadhimi come primo ministro, cosa è cambiato?
    19 ottobre 2020 - Valeria Poletti
  • Da piazza Tahir all'Italia: la guerra porta solo altra guerra
    Pace
    Foto dalle piazze pacifiste italiane

    Da piazza Tahir all'Italia: la guerra porta solo altra guerra

    Il 25 gennaio in oltre 50 città italiane associazioni, movimenti e cittadini hanno organizzato eventi aderendo all'appello Spegniamo la guerra, accendiamo la Pace. PeaceLink pubblica le foto di alcune piazze. E alla vigilia è stata diffusa un'importante lettera dalla società civile irachena
    27 gennaio 2020
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)