Migranti

Lista Diritti Globali

Archivio pubblico

Qualche domanda ai parlamentari del M5s e della Lega sul "business dei migranti"

12 giugno 2018
Fulvia Gravame

 

Alcuni politici nazionali parlano da anni di un presunto business nella gestione dei migranti, legato ai finanziamenti gestiti dalle prefetture alle cooperative. 
Ci sono state inchieste e sono in corso processi per verificare le responsabilità.
Aspettiamo che si arrivi all'accertamento della verità, considerato che la costituzione prevede la presunzione di non colpevolezza per gli imputati. 
Nel frattempo, ritengo di dover porre alcune domande agli esponenti del M5s che sono stati cinque anni in parlamento all'opposizione e che ora sono al governo e ai leghisti che sono da oltre vent'anni nelle istituzioni, spesso in maggioranza:
Quante interrogazioni avete presentato per conoscere il rispetto della normativa e i risultati dei controlli?
Quanti emendamenti per avanzare proposte? 
Quanti esposti avete presentato per denunziare la violazione della normativa sulle gare?
Se non avete fatto nulla di tutto ciò, l'espressione "business dei migranti" è proprio fuori posto.
Chi vi da il diritto di offendere tutti quelli che lavorano nel settore con affermazioni general generiche? 
Mi auguro che nei Comuni in cui amministrate tutti gli affidamenti siano fatti a norma.

 

 

 

Articoli correlati

  • Nessuno e' libero finche' qualcuno e' schiavo
    Pace
    Quando finira' questa vergogna?

    Nessuno e' libero finche' qualcuno e' schiavo

    Nelle campagne italiane da anni si sta riproducendo un regime di schiavitu' e di segregazione, di effettuale apartheid, governato dittatorialmente dai poteri mafiosi, dall'economia illegale, dal caporalato.
    22 maggio 2020 - Peppe Sini
  • Una porta aperta: punto di incontro e di accoglienza laico
    Sociale
    Intervista di Laura Tussi a Danilo Minisini

    Una porta aperta: punto di incontro e di accoglienza laico

    Un'associazione dove accogliere in modo amichevole e promuovere relazioni personali e di gruppo positive in un contesto di volontariato laico 
    27 marzo 2020 - Laura Tussi
  • Varese: progetto di assistenza sanitaria per immigrati
    Migranti
    L’ambulatorio è nato dall'impegno di un gruppo di volontari

    Varese: progetto di assistenza sanitaria per immigrati

    Sanità di Frontiera (SDF) è frutto di un' iniziativa autonoma di un  gruppo di volontari che, quando nel 2009 fu definito il "reato di clandestinità", immediatamente sorse dal nulla, sull'onda del forte sdegno provocato da questa aberrazione giuridica
    25 febbraio 2020 - Sanità di Frontiera
  • L'ultimo film di Checco Zalone
    Cultura
    Affronta il problema dei migranti

    L'ultimo film di Checco Zalone

    «Tolo Tolo» è un film politico, palesemente «antisalviniano». Le battute ci sono ma vengono inserite in un contesto talmente amaro che la risata a volte si strozza in gola. «Tolo Tolo» può davvero cambiare, almeno un po’, il sentimento dell’italiano medio verso i migranti.
    4 gennaio 2020
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)