Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Come inizierà l'autogestione dal basso

Lo spirito unitario immortalerà in sé chi avrà contribuito a farlo essere

8 novembre 2006

www.marioragagnin.net
Lo spirito unitario immortalerà in sé
chi avrà contribuito a farlo essere
La cultura reinserita nella vita potrà operare senza destare attenzione e provocare reazioni negative: non verrà ritenuta una forza sovvertitrice di cuori e di costumi. Essa, operando sulle menti e senza opporsi di petto né alle idee né alle persone, modificherà le cose in modo da togliere il pascolo da sotto alle istituzioni e alle posizioni attuali. Che si andranno sciogliendo lentamente e gradualmente, insieme con le mentalità ristrette che ne derivano, imposte oggi agli uomini come regole e “valori” mentre sono timbri sul gregge.
I tanti criteri di giudizio arbitrari odierni si trasferiranno e si trasformeranno nell'unico criterio: dei loro collegamenti esterni e della disponibilità di ciascuno ad aprirsi in tale senso.
Si ridarà il potere a tutti gli uomini in forma di libertà, attraverso l'intrecciarsi delle ideologie fra i popoli e le nazioni: che capovolgerà i rapporti di potere all'interno degli Stati.
Il procedimento risolverà le conflittualità già dall'inizio del suo configurarsi. E si avrà la dissoluzione del fenomeno “potere”, non più necessario.
L'economia di credito mondializzata, a carico dei governi e dell'ONU, potenzierà le risorse naturali e le ridistribuirà secondo la priorità della predisposizione all'umanità delle diverse realtà ed entità.
I portatori di idee realizzeranno pienamente sé stessi e il proprio fine collegandosi tra loro in un sistema logico, in cui ogni fattore sia causa ed effetto dell'insieme degli altri.
Non più gli uomini per le idee, ma le idee per gli uomini.
I poteri tradizionali sono sostituti provvisori degli interventi risolutivi.
Quando non ci saranno separazioni, non ci saranno più conflitti né imprevisti; e non ci sarà più bisogno di persone decisionali che affrontino situazioni di emergenza.
L'uomo sarà padrone del suo destino, perché si sarà responsabilizzato a creare il suo futuro.
Le regolamentazioni automatiche definitive sono possibili solo dal basso.
Esse indicheranno il procedimento elettronico che sostituirà il lavoro dell'uomo.
L'umanità, unificata e liberata, sarà proiettata all’universo, che diverrà il suo corpo unitario.

Note: Sul sito www.marioragagnin.net è pubblicato il libro "I Volontari e il Potere",
composto di tre parti:
Il potere ai Volontari;
Il nuovo ordine umano partirà da Israele;
L'autogestione dal basso unificherà e libererà l'umanità.

Articoli correlati

  • Per il popolo palestinese chiediamo la revoca del Memorandum di cooperazione militare Italia-Israele
    Disarmo
    Israele diventava così un partner strategico

    Per il popolo palestinese chiediamo la revoca del Memorandum di cooperazione militare Italia-Israele

    Si incoraggiano le rispettive industrie per la ricerca, lo sviluppo e la produzione nel settore militare
    19 maggio 2021 - Rossana De Simone
  • Per far vincere le ragioni dei palestinesi occorre fermare i razzi contro Israele
    Palestina
    La nonviolenza è l'unica strada per far prevalere la ragione e l'umanità

    Per far vincere le ragioni dei palestinesi occorre fermare i razzi contro Israele

    Gravissime le perdite di civili inferte dall'aviazione israeliana, decine di bambini palestinesi massacrati. Ma per difendere i bambini palestinesi non servono azioni di ritorsione contro Israele. I razzi di Hamas sono assolutamente controproducenti e vanno fermati
    17 maggio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele
    Palestina
    Mosaico di Pace

    Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele

    Embargo contro Israele, un dossier a cura di BDS Italia. Con il sostegno di PeaceLink e con la collaborazione del collettivo A Foras. Israele applica un regime di apartheid nei confronti della popolazione palestinese, violandone i diritti umani e politici.
    20 marzo 2021 - Laura Tussi
  • Come i Palestinesi vedono la guerra siriana
    Palestina
    I Palestinesi sono ora convinti che la loro causa non sia una priorità dell’opposizione siriana

    Come i Palestinesi vedono la guerra siriana

    Un sondaggio del settembre 2012 rilevò che quasi l’80% degli intervistati in Cisgiordania e Gaza sostenevano i manifestanti e l’opposizione siriana. Ma nel corso degli anni, quando la rivolta siriana si trasformò in un sanguinoso conflitto settario, le posizioni iniziarono a cambiare.
    Adnan Abu Amer
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)