palestinesi

16 Articoli
  • Come i Palestinesi vedono la guerra siriana
    I Palestinesi sono ora convinti che la loro causa non sia una priorità dell’opposizione siriana

    Come i Palestinesi vedono la guerra siriana

    Un sondaggio del settembre 2012 rilevò che quasi l’80% degli intervistati in Cisgiordania e Gaza sostenevano i manifestanti e l’opposizione siriana. Ma nel corso degli anni, quando la rivolta siriana si trasformò in un sanguinoso conflitto settario, le posizioni iniziarono a cambiare.
    Adnan Abu Amer
  • PONTI E NON MURI

    Palestinesi nel mondo

    Intervista a Mariella Tapella, missionaria laica in El Salvador dal 1986.
    Giulia Ceccutti
  • Milano, 12 novembre 2011

    Abbiamo sentito parlare di un sogno

    La sfida della convivenza in Israele, Palestina, Italia.
    Convegno sulla convivenza tra ebrei e palestinesi, presso la sede delle ACLI Lombardia di via Luini 4 a Milano.
    25 ottobre 2011 - Associazione Italiana Amici di Neve Shalom Wahat al Salam
  • Un'iniziativa di speranza nel dramma della distruzione

    Al Parlamento Europeo l'olio extra vergine della Palestina

    24 gennaio 2009 - Associazione per la Pace
  • Basta con la violenza biblica
    Uccidere con la Bibbia in tasca

    Basta con la violenza biblica

    La religione non può essere bestemmiata facendo di Dio il complice benedicente o il mandante dei nostri omicidi.
    16 gennaio 2009 - Enrico Peyretti
  • La vita senza la cultura è cieca, la cultura senza la vita è vuota

    La cultura realizzerà se stessa con rientrare nella vita

    I tanti campi specialistici si unificheranno, risolvendosi anche teoreticamente, con l’impegnarsi nella realtà quotidiana
    2 maggio 2007 - Mario Ragagnin
  • PONTI E NON MURI

    Che rabbia in Palestina

    Tre giovani veneziani Katia, Pier e Francesco fra la gente che soffre nei territori occupati condividendo le fatiche della raccolta delle olive.
    Elisabetta Tusset
  • Il mondo del volontariato, dell'associazionismo, della cooperazione e della solidarietà agisce sempre dentro gli schemi delle istituzioni e della mentalità vigente

    Il Mondo del Volontariato

    I Volontari diventano complici dei poteri se non si sostituiscono a essi.
    11 dicembre 2006 - Mario Ragagnin
  • Gli Stati decisionali applicheranno a sé stessi il socialismo

    Si realizzerà il Socialismo ponendolo a carico dei governi e dell'ONU

    Si allargherà l'intuizione di Marx, dell'insufficienza di fondo, al rapporto in generale fra basi e vertici
    29 novembre 2006 - Mario Ragagnin
  • Il socialismo consisterà nel complesso di mezzi e servizi forniti dai governi e dall'ONU ai Volontari

    Il socialismo possibile

    Il potere ritornerà al punto di partenza, ad ogni uomo, ad acta, in forma di mezzi, facoltà e riconoscimenti da utilizzare ai fini dell'unificazione umana.
    I Volontari, ottenendo quanto è necessario per realizzare il loro progetto, svuoteranno i governi di diritti e legittimazione. La sovranità assoluta degli Stati sarà riconosciuta alle singole persone.
    20 novembre 2006 - Mario Ragagnin
  • Come inizierà l'autogestione dal basso

    Lo spirito unitario immortalerà in sé chi avrà contribuito a farlo essere

    8 novembre 2006 - Mario Ragagnin
  • Così inizierà l'autogestione dal basso

    La vera patria è l'umanità

    11 ottobre 2006 - Mario Ragagnin
  • Non stiamo a guardare, o dovremo continuare a vergognarci

    19 luglio 2006 - Lidia Menapace
  • PONTI E NON MURI

    Pietre vive

    A colloquio con Geries Koury. Un teologo palestinese che racconta la pace.
    A cura di Elisabetta Tusset e Nandino Capovilla
  • Si opponeva all'abbattimento delle case palestinesi

    La giovane americana Rachel Corrie, schiacciata da una ruspa israeliana

    Questo documento vuole essere una testimonianza per non dimenticare Rachel, una giovane pacifista, che con il suo coraggio voleva fermare le ingiustizie che ogni giorno si verificano in Palestina.
    Nel 2003, anno della morte di Rachel Corrie, si è mosso contro la guerra il più grande movimento pacifista che la storia abbia mai conosciuto: Rachel Corrie è sicuramente un simbolo di questo movimento.
    E' stata uccisa dalla logica assurda e brutale della guerra che tutti i pacifisti cercano di fermare. Ricordiamo che è ancora in corso un conflitto fra israeliani e palestinesi, con tante vittime civili innocenti in entrambi i paesi e che si deve continuare a fare pressione affinchè si trovi una soluzione pacifica e duratura.
    12 ottobre 2004 - Stefano Costa
  • QUATTRO PALESTINESI SCAPPANO DALLA PRIGIONE DI “Guantanamo”

    15 maggio 2003 - Rosarita Catani

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)