Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Il mondo del volontariato, dell'associazionismo, della cooperazione e della solidarietà agisce sempre dentro gli schemi delle istituzioni e della mentalità vigente

Il Mondo del Volontariato

I Volontari diventano complici dei poteri se non si sostituiscono a essi.
11 dicembre 2006

www.marioragagnin.net
Non ci sono controproposte in positivo, organiche e autosufficienti
Ci sono innumerevoli associazioni valide, animate dal migliore impegno e da lodevoli propositi, che si danno notevolmente da fare con cortei e manifestazioni di ogni genere.
Però sono tutte forme di protesta e di disubbidienza, di denuncia e di rifiuto, di quanto fanno le cosiddette autorità costituite.
Non ci sono controproposte in positivo, organiche e autosufficienti, in grado di sostituire radicalmente quello che è l'operato dei poteri istituzionali.
Tutti ritengono che debba essere compito di questi trovare in positivo le soluzioni .
Tanto più che, quando le persone di quelle associazioni hanno svolto il loro compito di denuncia e di protesta, si trovano esaurite e senza più risorse e slancio per fare dell'altro.
Anche perché non ritengono sia compito loro provvedere ad elaborare progetti in positivo.
Questo conferma implicitamente la necessità dei poteri e rafforza la collocazione di dominio dei vertici sulle basi; che inconsapevolmente si inchinano all’esistenza dei capi come ad un fenomeno naturale, superiore alle loro forze e alla stessa capacità di immaginazione di modificarlo.
L’opera dei movimenti pacifisti è meritoria e necessaria; ma si limita a rappresentare un'azione di sponda, marginale, al complesso dei fenomeni politici e sociali. I quali sembrano sovrastare la mentalità dei contestatori, che non si rendono conto della complessità e dell'articolazione di ciò che accade. Soprattutto non si ritengono in dovere di chiedere spiegazioni e soluzioni agli scienziati di professione, ai maestri di pensiero e agli opinionisti, come sarebbe loro diritto e come in avvenire potranno fare, per iniziare quei collegamenti di corresponsabilizzazione vicendevole da cui emergerà anzitutto evidente la mancanza attuale di un direttore responsabile e in secondo luogo si avvierà la formazione di un reticolo di richiami e collegamenti che provvederà a costituirlo.
Mario Ragagnin
www.marioragagnin.net

Note: Si ricorda che sul sito www.marioragagnin.net è pubblicato il libro
"I Volontari e il Potere", costituito da tre parti:
Il potere ai Volontari;
Il nuovo ordine umano partirà da Israele;
L'autogestione dal basso unificherà e libererà l'umanità.

Articoli correlati

  • Per il popolo palestinese chiediamo la revoca del Memorandum di cooperazione militare Italia-Israele
    Disarmo
    Israele diventava così un partner strategico

    Per il popolo palestinese chiediamo la revoca del Memorandum di cooperazione militare Italia-Israele

    Si incoraggiano le rispettive industrie per la ricerca, lo sviluppo e la produzione nel settore militare
    19 maggio 2021 - Rossana De Simone
  • Per far vincere le ragioni dei palestinesi occorre fermare i razzi contro Israele
    Palestina
    La nonviolenza è l'unica strada per far prevalere la ragione e l'umanità

    Per far vincere le ragioni dei palestinesi occorre fermare i razzi contro Israele

    Gravissime le perdite di civili inferte dall'aviazione israeliana, decine di bambini palestinesi massacrati. Ma per difendere i bambini palestinesi non servono azioni di ritorsione contro Israele. I razzi di Hamas sono assolutamente controproducenti e vanno fermati
    17 maggio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele
    Palestina
    Mosaico di Pace

    Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele

    Embargo contro Israele, un dossier a cura di BDS Italia. Con il sostegno di PeaceLink e con la collaborazione del collettivo A Foras. Israele applica un regime di apartheid nei confronti della popolazione palestinese, violandone i diritti umani e politici.
    20 marzo 2021 - Laura Tussi
  • Come i Palestinesi vedono la guerra siriana
    Palestina
    I Palestinesi sono ora convinti che la loro causa non sia una priorità dell’opposizione siriana

    Come i Palestinesi vedono la guerra siriana

    Un sondaggio del settembre 2012 rilevò che quasi l’80% degli intervistati in Cisgiordania e Gaza sostenevano i manifestanti e l’opposizione siriana. Ma nel corso degli anni, quando la rivolta siriana si trasformò in un sanguinoso conflitto settario, le posizioni iniziarono a cambiare.
    Adnan Abu Amer
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)