La nuova strategia dell'OMS contro la lebbra in linea con l'approccio dell'AIFO centrato sulla persona

Resa nota la nuova strategia globale 2006-2010 dell'Organizzazione Mondiale della Sanità contro la lebbra: un riconoscimento del valore dell'approccio dell'AIFO e dell'ILEP.
4 luglio 2005

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato il documento strategico 2006-2010 per la riduzione del peso della lebbra ed il sostegno alle attività di controllo della malattia.
Questo documento, preparato con la consulenza dell'ILEP (International Leprosy Federation) e di altri partners globali, ha il pieno appoggio del Comitato Permanente e della Commissione Tecnica dell'ILEP ed è accolto dai membri ILEP come progresso significativo verso il rafforzamento delle relazioni con l'OMS, come ha sottolineato il Presidente dell'ILEP, dott. Sunil Deepak, che è anche Direttore del Dipartimento Medico-scientifico dell'AIFO.
L'approccio adottato dalla nuova strategia dell'OMS rappresenta uno straordinario successo per quelle organizzazioni, come l'AIFO, che promuovono da sempre un approccio alla lebbra centrato sulla persona, basato su interventi di carattere comunitario nel pieno rispetto del contesto locale, focalizzato su attività di prevenzione, riabilitazione, diagnosi precoce ed educazione socio-sanitaria. Tale approccio segna una svolta storica rispetto alle precedenti politiche dell'OMS nei confronti della lebbra, centrate solo sulla riduzione del numero di casi in trattamento (prevalenza).
Gli elementi principali della strategia sono i seguenti:
- sostenere le attività di controllo della lebbra in tutti i paesi endemici
- usare il rilevamento di nuovi casi come indicatore principale per monitorare il progresso
- assicurare diagnosi di alta qualità, registrazione e monitoraggio in tutte le comunità endemiche
- sviluppare strumenti e procedure che siano basate sulla comunità locale, integrate e appropriate al contesto per la prevenzione delle disabilità e per la fornitura di servizi di riabilitazione
- promuovere la ricerca al fine di migliorare l'implementazione di una strategia sostenibile
- incoraggiare il lavoro di supporto con i partners a tutti i livelli.
Il dott. Vijaykumar Pannikar, Team Leader dell'OMS per il programma globale sulla lebbra, ha presentato la nuova strategia globale dell'OMS sulla lebbra ai membri ILEP durante il loro meeting annuale a Londra.
"L'obiettivo è semplice: centrare l'intervento sui pazienti". Queste parole del dott. Pannikar sono in linea con l'etica dell'ILEP, centrata sul paziente. Il dott. Pieter Feenstra, parlando per conto della Commissione Tecnica dell'ILEP, ha affermato: "Il contenuto di questo documento è rivoluzionario ed è pienamente in linea con le conclusioni del forum tecnico dell'ILA (International Leprosy Association), appoggiato dai membri dell'ILEP".
La nuova strategia è il frutto di mesi di dialogo, confronto e rispetto reciproco, pienamente supportato ai più alti livelli dall'OMS.

Note: Il testo integrale del documento è disponibile nel sito www.ilep.org.uk.

AIFO -Associazione Italiana Amici di Raoul Follerau
Via Borselli 4-6 40135 Bologna
tel. 051 4393211 - www.aifo.it

Articoli correlati

  • Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare
    Disarmo
    Dopo il progetto di rifacimento del poligono a Punta Izzo e nuove antenne nel Siracusano

    Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare

    Da mesi si susseguono incontri e trattative istituzionali, ma nessuna trasparenza sui progetti e sulle potenziali ricadute ambientali. Eppure i cittadini hanno il diritto e il dovere di sapere.
    19 luglio 2019 - Gianmarco Catalano
  • Convegno a Taranto:
"Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"
    Taranto Sociale
    Comunicato di Medicina democratica

    Convegno a Taranto: "Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"

    "I cittadini e i lavoratori di Taranto hanno ragioni “da vendere”- ha aggiunto Caldiroli- per pretendere la chiusura o almeno una drastica riduzione dell'impatto dei processi produttivi maggiormente inquinanti (in particolare dell’area a caldo) degli impianti ex ILVA di Taranto.
    12 aprile 2019 - Medicina democratica
  • Ecologia
    VIS e VDS: traguardi raggiunti e ulteriori passi avanti da compiere

    In che modo la valutazione di impatto e la valutazione di danno possono tutelare la salute?

    La differenza tra valutazione di danno e valutazione di impatto è articolata: la più immediata è che il danno sanitario si valuta a posteriori (ex-post), quando eventi ambientali e sanitari connessi sono già accaduti, mentre l’impatto sanitario si quantifica preventivamente (ex-ante) stimando ciò che è prevedibile accada a seguito di cambiamenti ambientali e sanitari connessi.
    22 ottobre 2018 - Fabrizio Bianchi
  • Ecologia

    Dossier benzo(a)pirene

    Tratta della natura cancerogena e genotossica del benzo(a)pirene e della salute dei bambini. A cui si aggiunge la parte su come è cambiata la normativa con il dlgs 155/2010
    2 febbraio 2011 - PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)