Il mercato della salute. In un libro tutte le verità nascoste sul commercio dei farmaci e sulle malattie dimenticate

Una nuova pubblicazione curata da AIFO, dal titolo "Il mercato della salute. Diritto alla vita tra interessi, speculazioni, piraterie". Autori Alberto Castagnola e Maurizio Rossi
3 agosto 2005

copertina del libro "Il mercato della salute" E' uscito recentemente, per i tipi della EMI, “Il Mercato della Salute. Diritto alla vita tra interessi speculazioni piraterie”, un testo di approfondimento su temi scottanti e di grande attualità, quali il mercato dei farmaci, le multinazionali farmaceutiche, la ricerca e lo sviluppo, gli esperimenti Nord/Sud, il prezzo delle medicine, la morsa dei brevetti, la biopirateria e le politiche del WTO.

Dal libro si evince che sono ancora quattro miliardi le vittime di epidemie apparentemente incontrollabili. Le multinazionali del farmaco accumulano profitti da capogiro tutelando i loro prodotti con brevetti esclusivi, mentre miliardi di persone non possono accedere ai farmaci generici a causa della povertà. Le potenze economiche che controllano il mercato del farmaco non destinano risorse alle ricerche mediche su malattie che potrebbero avere un mercato economico poco interessante, aumentando così le vittime delle malattie rare, quelle cioè che colpiscono un numero limitato di persone.

Oltre alla descrizione di alcune delle malattie più diffuse nel sud del mondo, il libro presenta alcune schede, realizzate dall'AIFO, che approfondiscono temi di estrema importanza per analizzare il problema della salute mondiale nel suo complesso. Seguono alcune proposte formative e didattiche utili agli studenti per riflettere ed elaborare le informazioni raccolte dopo la lettura di questo libro.

Gli autori del volume sono Alberto Castagnola, economista e ricercatore presso la Svimez e l’Istituto di Studi per la Programmazione Economica (ISPE), e Maurizio Rossi, illustratore, attivo da più di vent’anni nel campo della Cooperazione Nord/Sud, dedito in particolare alla progettazione e realizzazione di pubblicazioni di supporto alle attività di sensibilizzazione sui problemi del sottosviluppo.

Note: Le copie del volume possono essere richieste alla sede AIFO, via Borselli 4-6, 40135 Bologna, tel. 051 4393211, email redazione@aifo.it

Articoli correlati

  • Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare
    Disarmo
    Dopo il progetto di rifacimento del poligono a Punta Izzo e nuove antenne nel Siracusano

    Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare

    Da mesi si susseguono incontri e trattative istituzionali, ma nessuna trasparenza sui progetti e sulle potenziali ricadute ambientali. Eppure i cittadini hanno il diritto e il dovere di sapere.
    19 luglio 2019 - Gianmarco Catalano
  • Convegno a Taranto:
"Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"
    Taranto Sociale
    Comunicato di Medicina democratica

    Convegno a Taranto: "Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"

    "I cittadini e i lavoratori di Taranto hanno ragioni “da vendere”- ha aggiunto Caldiroli- per pretendere la chiusura o almeno una drastica riduzione dell'impatto dei processi produttivi maggiormente inquinanti (in particolare dell’area a caldo) degli impianti ex ILVA di Taranto.
    12 aprile 2019 - Medicina democratica
  • Ecologia
    VIS e VDS: traguardi raggiunti e ulteriori passi avanti da compiere

    In che modo la valutazione di impatto e la valutazione di danno possono tutelare la salute?

    La differenza tra valutazione di danno e valutazione di impatto è articolata: la più immediata è che il danno sanitario si valuta a posteriori (ex-post), quando eventi ambientali e sanitari connessi sono già accaduti, mentre l’impatto sanitario si quantifica preventivamente (ex-ante) stimando ciò che è prevedibile accada a seguito di cambiamenti ambientali e sanitari connessi.
    22 ottobre 2018 - Fabrizio Bianchi
  • Ecologia

    Dossier benzo(a)pirene

    Tratta della natura cancerogena e genotossica del benzo(a)pirene e della salute dei bambini. A cui si aggiunge la parte su come è cambiata la normativa con il dlgs 155/2010
    2 febbraio 2011 - PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)