Aids: Ciampi, per combatterla basterebbe l'1% delle spese militari

Secondo Ciampi, per combattere l'epidemia di Aids che fa strage nei paesi piu' poveri basterebbe destinarvi l'1% delle spese militari mondiali. Il Capo dello Stato ha fatto questa amara considerazione, ricevendo al Quirinale i partecipanti a un convegno su Africa e Aids promosso dalla Comunita' di Sant'Egidio (27 maggio 2005).

'Il mondo - ha osservato Ciampi - spende 900 miliardi di dollari l'anno per armamenti; 10 ne sarebbero sufficienti per affrontare l'epidemia di Aids nei Paesi piu' poveri'.

"I problemi dell'Africa sono al centro della mia attenzione: lo sanno i Paesi dell'Africa; lo sa il popolo italiano. Respingo ogni rassegnazione. L'Italia e l'Unione Europea possono fare molto: moltiplicare la solidarieta'; contrastare l'indifferenza; operare sul terreno". Ha aggiunto Ciampi. "Ho approfondito il problema con Capi di Stato africani; ne ho discusso con multinazionali farmaceutiche. Ho visitato, durante la mia visita di Stato in Sud Africa nel 2002, il reparto dell'Ospedale di Soweto: vi sono ricoverati i bambini malati di Aids. Ricordo quell'esperienza con lo stesso senso di angoscia che provai allora. Le statistiche sulla malattia in Africa scuotono le coscienze: oltre due milioni di morti nel 2004, venticinque milioni di infetti; in diversi Paesi africani la speranza media di vita e' scesa sotto i 40 anni".

Articoli correlati

  • Italia: il governo aumenta le spese militari
    Disarmo
    Le spese per la Difesa in ambito NATO

    Italia: il governo aumenta le spese militari

    Nel 2015, con il governo Renzi, ammontavano a 17.642 milioni di euro. Nel 2018 con l'esecutivo Lega-M5s sono arrivate 21.183 milioni.
    21 aprile 2019 - Redazione PeaceLink
  • Per il diritto di sognare dei più giovani e dei malati di AIDS in Congo
    Kimbau
    "Savana on the road"

    Per il diritto di sognare dei più giovani e dei malati di AIDS in Congo

    In moto per il Congo. Jean Marie resta bloccato. Il disco della frizione è partito, la prima non entra più. C'é un villaggio poco lontano, ci aiutano a spingere la moto fino alla cima. Ma poi non c'è verso di continuare.
    29 gennaio 2019 - Chiara Castellani
  • Nessuna diminuzione delle spese militari
    Disarmo
    Il "Governo del cambiamento" non taglia gli F35

    Nessuna diminuzione delle spese militari

    Nella NADEF (nota di aggiornamento al documento di economia e finanza) non si fa cenno alla necessità della riduzione delle spese militari. In un primo momento era stato detto che il nuovo governo avrebbe tagliato gli F35. Ma non c'è stata alcuna sforbiciata: il programma militare va avanti.
    14 ottobre 2018 - Alessandro Marescotti
  • Un ministro della Difesa spuntato dal nulla fa retromarcia su tutto
    Editoriale
    La sovranità popolare è stata tradita in nome della realpolitik

    Un ministro della Difesa spuntato dal nulla fa retromarcia su tutto

    Il Documento programmatico pluriennale della Difesa per il triennio 2018-2020 prevede per il 2019 l’incremento del budget difesa a oltre 21 miliardi di euro
    5 novembre 2018 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)