La partecipazione dell'AIFO alla 60ma Assemblea mondiale dell'OMS a Ginevra

AIFO partecipa di diritto all'Assemblea mondiale essendo una ONG in working relationship con l'OMS
14 maggio 2007

Si è aperta il 14 maggio 2007 presso il Palazzo delle Nazioni di Ginevra la 60a Assemblea mondiale della Salute, che concluderà i suoi lavori il prossimo 23 maggio. Vi prenderanno parte i rappresentanti delle delegazioni dei 193 Stati membri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ed i rappresentanti delle ONG in relazioni ufficiali con l'OMS. L'Assemblea mondiale della Salute è il supremo organo di decisione dell'OMS. Gli impegni dell'Assemblea del 2007 comprendono: eradicazione della poliomielite, tubercolosi, sistemi sanitari e sistemi di assistenza di emergenza, salute orale, strategie di genere, influenza aviaria e pandemia influenzale.
L'AIFO è riconosciuta dall'OMS come ONG in relazioni ufficiali (working Relationships). Le ONG riconosciute in relazioni ufficiali con l'OMS dalla deliberazione n. 117 del Consiglio Esecutivo (gennaio 2006) sono 182 e l'AIFO è l'unica ONG italiana a farne parte. Come tale, AIFO ha il diritto di partecipare all'Assemblea Mondiale. La delegazione dell'AIFO è composta dal Presidente, Dott. Francesco Colizzi e dal dott. Sunil Deepak, Responsabile per l'Attività scientifica dell'AIFO e Consulente dell'OMS per la disabilità.

Articoli correlati

  • Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare
    Disarmo
    Dopo il progetto di rifacimento del poligono a Punta Izzo e nuove antenne nel Siracusano

    Porto di Augusta, in programma tre nuovi pontili per la Marina militare

    Da mesi si susseguono incontri e trattative istituzionali, ma nessuna trasparenza sui progetti e sulle potenziali ricadute ambientali. Eppure i cittadini hanno il diritto e il dovere di sapere.
    19 luglio 2019 - Gianmarco Catalano
  • Convegno a Taranto:
"Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"
    Taranto Sociale
    Comunicato di Medicina democratica

    Convegno a Taranto: "Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"

    "I cittadini e i lavoratori di Taranto hanno ragioni “da vendere”- ha aggiunto Caldiroli- per pretendere la chiusura o almeno una drastica riduzione dell'impatto dei processi produttivi maggiormente inquinanti (in particolare dell’area a caldo) degli impianti ex ILVA di Taranto.
    12 aprile 2019 - Medicina democratica
  • Ecologia
    VIS e VDS: traguardi raggiunti e ulteriori passi avanti da compiere

    In che modo la valutazione di impatto e la valutazione di danno possono tutelare la salute?

    La differenza tra valutazione di danno e valutazione di impatto è articolata: la più immediata è che il danno sanitario si valuta a posteriori (ex-post), quando eventi ambientali e sanitari connessi sono già accaduti, mentre l’impatto sanitario si quantifica preventivamente (ex-ante) stimando ciò che è prevedibile accada a seguito di cambiamenti ambientali e sanitari connessi.
    22 ottobre 2018 - Fabrizio Bianchi
  • Ecologia

    Dossier benzo(a)pirene

    Tratta della natura cancerogena e genotossica del benzo(a)pirene e della salute dei bambini. A cui si aggiunge la parte su come è cambiata la normativa con il dlgs 155/2010
    2 febbraio 2011 - PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)