Inquinamento e fabbrica

Medicina Democratica: "Promuovere i processi e starvi come parte civile"

Medicina Democratica continuerà in questa attività a sostegno del diritto a ricevere giustizia da parte di migliaia di lavoratori morti o danneggiati.
18 ottobre 2008 - Medicina Democratica (www.medicinademocratica.org)

PROMUOVERE I PROCESSI E STARVI COME PARTE CIVILE: UNA SCELTA VALIDA
PER IL MOVIMENTO A SOSTEGNO DELLE ESIGENZE DI GIUSTIZIA DEI LAVORATORI
E DI VERITA' SUI CRIMINI DA LAVORO
Un casco da operaio

I processi penali e civili conseguenti ad esposti e denunce di Medicina Democratica per la tutela del diritto alla salute dei lavoratori in tante parti d'Italia (Venezia, Manfredonia, Brindisi, Milano ecc) nonchè la presenza come parte civile negli stessi (ultima quella al processo per i fatti delittuosi alla Thyssen Krupp di Torino) hanno rappresentato e rappresentano uno strumento valido per far emergere, attraverso l'attività peritale frutto del sapere dei lavoratori e dei tecnici democratici, verità che altrimenti resterebbero sepolte. Medicina Democratica continuerà in questa attività a sostegno del diritto a ricevere giustizia da parte di migliaia di lavoratori morti o danneggiati. E lo farà fino in fondo essendo indisponibile a patteggiamenti perchè non intende lucrare sui diritti dei lavoratori.

E' quanto sta emergendo dal dibattito in corso a Brindisi al Congresso Nazionale del Movimento.

Sempre su questo tema si è denunciato l'attacco ai lavoratori che proviene dal disegno di legge 1441-quater dell'attuale Governo che mira ad impedire al giudice ogni valutazione di merito nel giudizi per licenziamento annullando così rilevanza del diritto costituzionale al lavoro. Ciò che si vuole far valere è il dettato del contratto, anche solo individuale, che così diventa più importante delle leggi e della stessa Costituzione.

Un attacco questo al diritto al lavoro su cui MD denuncia un silenzio assordante.

Articoli correlati

  • Sabato 24 novembre si parlerà dell'immunità penale concessa per Ilva ad Am Investco
    Ecologia
    L'immunità penale concessa ad Am Investco viola la Costituzione?

    Sabato 24 novembre si parlerà dell'immunità penale concessa per Ilva ad Am Investco

    Permangono le problematiche legate all'inquinamento e i dubbi sulla costituzionalità della norma che ha concesso l’immunità penale e amministrativa agli acquirenti Ilva.
    22 novembre 2018
  • "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"
    Legami di ferro
    L'Unicef si schiera al fianco di Taranto e dei suoi bambini vittime dell'inquinamento

    "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"

    Andrea Iacomini, portavoce nazionale Unicef Italia, celebra a Taranto la convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. E dichiara: "Il nostro mandato è di proteggere i bambini ovunque essi siano". E poi: "Il caso ILVA non è chiuso, i bambini qui vivono una condizione impressionante".
    24 novembre 2018 - Beatrice Ruscio
  • Il settimo compleanno delle Chiancarelle ribelli - Salerno e Taranto unite contro gli inquinatori
    Ecologia
    A Salerno come a Taranto si discute di come superare il conflitto salute - lavoro

    Il settimo compleanno delle Chiancarelle ribelli - Salerno e Taranto unite contro gli inquinatori

    Il gemellaggio tra i comitati di Taranto e Salerno continua perché ovunque e per tutti vale il principio che bisogna tutelare la salute. Peacelink è stata invitata alla presentazione del documentario "Il tradimento" sulla vicenda Ilva che si terrà a Salerno.
    22 novembre 2018
  • Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi
    Ecologia
    Dose tollerabile giornaliera per un bambino di 10 anni a Taranto

    Quante cozze a settimana? Non più di 13 grammi

    Diossine e PCB possono essere presenti nelle cozze di zone inquinate. Con i nuovi valori di DST (Dose Settimanale Tollerabile) divulgati dall'EFSA, a Taranto i bambini non dovrebbero mangiare più di 13 grammi di cozze a settimana
    21 novembre 2018 - Redazione PeaceLink

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.2 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)