Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Prendersi cura dell'ambiente per tutelare la salute
    Lezione di Ecodidattica, IISS Righi 16 febbraio 2018

    Prendersi cura dell'ambiente per tutelare la salute

    Alcune mappe concettuali per promuovere l'educazione alla sostenibilità ambientale
    16 febbraio 2018 - Alessandro Marescotti
  • Forum internazionale sulla salute contro G7 sulla sanità - di Vittorio Agnoletto

    Forum internazionale sulla salute contro G7 sulla sanità - di Vittorio Agnoletto

    23 ottobre 2017 - Laura Tussi
  • Diritti all’InformAZIONE
    PRESSENZA:

    Diritti all’InformAZIONE

    Giornalismo per la nonviolenza 2014-2016
    25 luglio 2017 - Laura Tussi
  • Il caso Charlie Gard
    Una riflessione critica

    Il caso Charlie Gard

    Charlie Gard è un neonato di dieci mesi ricoverato a Londra per una rara malattia che, secondo i medici inglesi, non può esser curata. Su decisione della High Court britannica Charlie morirà perché qualsiasi altro tentativo di tenerlo in vita sarebbe puro accanimento terapeutico. Sono mamma di un bambino che è stato in una situazione simile. Gemello nato troppo piccolo, complicazioni estremamente gravi. Coma. Danni che sembravano irreparabili, medici che consigliavano per mesi di non alimentarlo più, tutti tranne una neonatologa che con me ci ha creduto, che ha sperimentato una cura assolutamente nuova e che reinventava ogni giorno seguendo un protocollo che non esisteva ancora.
    1 luglio 2017 - Antonia Battaglia
In occasione della Giornata Mondiale del Rifiuto della miseria, 17 ottobre, l’associazione “Médecins du Monde” pubblica un sondaggio sull’accesso alle cure sanitarie in Francia:

Francia : "Un Crack nella Sanità ?"

Un altro passo verso l’esclusione dei più deboli dal sistema sanitario pubblico. Alla crisi economica, che si traduce in una aumento della povertà, si aggiunge la posizione dello stato che si preoccupa più della sicurezza che del sociale.
Redazione Le Figaro
Fonte: AFP Le Figaro - 13 ottobre 2011

L’associazione francese  “Medici del Mondo” ha presentato un report disastroso sulle difficoltà che incontrano i poveri per avere accesso all'assistenza sanitaria. Dopo il “ crack della borsa " l'associazione denuncia anche il "crack sanitario" che non deriva solo dalla crisi economica, ma anche da una politica che esclude volutamente i più vulnerabili dalle cure mediche e rimuove anche le poche soluzioni temporanee di assistenza e sostegno.

L'acces aux soins des plus demunis. 2011

Nel suo rapporto annuale 2010/2011 che è stato pubblicato oggi, l'associazione chiede ai prossimi candidati alle elezioni presidenziali di prendere una posizione su questa situazione sanitaria e li mette in guardia contro la possibilità di "una crisi umanitaria ormai alle porte del sistema sanitario francese" già nel 2012 se non si adotteranno azioni immediate.

In questo documento, “Medici del Mondo” riporta una aumento del 10% negli ultimi due anni nel numero delle visite mediche e dentistiche effettuate presso le loro cliniche gratuite in Francia. Tra i pazienti, l'associazione ha registrato un aumento del 30% tra i minori e ha anche segnalato che " solo un terzo dei bambini sotto i sei anni, visitati per la prima volta nei centri Medici del Mondo, sono in regola con le vaccinazioni."
L'associazione riporta inoltre che "Quasi la metà dei pazienti visitati nel 2010 avrebbe avuto bisogno di assistenza sanitaria continua per almeno sei mesi", ma che "queste persone incontrano sempre maggiori ostacoli per aver accesso al sistema sanitario o non riescono a far valere i propri diritti per la copertura sanitaria".

Altri dati: "Quasi un quarto delle persone hanno fatto ricorso alle cura troppo tardi", e "i bambini, la cui presenza rimane alta (12% dei pazienti) per la maggior parte non sono mai stati vaccinati, né possono godere di una semplice copertura sanitaria . "

“Médecins du Monde”
“Associazione umanitaria che cura le popolazioni più vulnerabili, le vittime dei conflitti armati, delle catastrofi naturali, e tutti quelli che il mondo di tanto in tanto dimentica”.

Note:

Riteniamo utile pubblicare questo articolo sullo stato della salute pubblica in Francia non solo per il suo contenuto ma anche per il messaggio trasmesso che mette in evidenza un atteggiamento ormai comune a tutti i governi di quei paesi dove, nella seconda parte del 900, sono stati raggiunti importanti risultati per la tutela dei diritti dell’uomo, del lavoro e della salute. Con il pretesto della crisi economica, i governi non solo hanno ridotto le spese sociali ma tentano di reintrodurre anche privilegi e gerarchie sociali che si pensava fossero solo brutti ricordi di un passato, forse, ancora troppo recente per essere patrimonio di tutti.

Articolo originale : http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2011/10/13/97001-20111013FILWWW00401-franceun-krach-sanitaire-association.php

Tradotto da Ernesto Celestini per PeaceLink.

Tradotto da Ernesto Celestini per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)