Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Cittadinanza attiva: Incontro informativo lunedì 12 maggio

Quali poteri e diritti hanno i cittadini per pretendere la trasparenza dei dati? E quali altri per evitare che determinazioni in ambito ambientale vengano emesse segretamente, senza prima consultare la cittadinanza? Se ne parlerà domani alle ore 18.00 presso la sede della Uil.
11 maggio 2008
Comitato per Taranto

- L'iniziativa svoltasi a Bari "Taranto sotto la lente" organizzato dall'Arpa Puglia, in occasione della Fiera Mediterre, ha permesso di fare il punto sullo stato di inquinamento del territorio jonico, raccogliendo i dati di tanti esperti scientifici.

Finalmente a Bari si è discusso di Taranto quindi e delle sue problematiche ambientali, e non si sono prese decisioni calate dall'alto come siamo soliti ricevere qui da Taranto quando di industria in Regione Puglia si tratta.

Non ultima, la determinazione dirigenziale n.172 del 14 marzo 2008 dell'Assessorato all'ecologia della Regione Puglia, che esclude il progetto relativo all'impianto di zincatura a caldo da installare nello stabilimento siderurgico di Taranto della ILVA S.p.A., dalle procedure di V.I.A. anche per la motivazione che "gli impatti attesi in fase di esercizio per quanto riguarda i comparti atmosferico, idrico, suolo e sottosuolo, rumori, paesaggio, risultano minimali".

In questo modo noi cittadini del Comitato per Taranto, che avevamo chiesto all'allora assessore del Comune di Taranto Pastore di accedere alla documentazione sulle emissioni della zincatura a caldo e di esprimere delle osservazioni ambientali in merito, siamo stati messi completamente fuori gioco.

Siamo davanti ad una nuova ed incredibile trasgressione della Convenzione di Aarhus, che mira ad assicurare "l'accesso del pubblico alle informazioni sull'ambiente detenute dalle autorità pubbliche e a favorire la partecipazione dei cittadini alle attività decisionali aventi effetti sull'ambiente".

Inoltre la Valutazione di Impatto Ambientale prevede espressamente la partecipazione del pubblico nell'elaborazione di piani e programmi in materia ambientale. Siamo stati dunque colpiti e feriti due volte.

Inoltre siamo completamente tenuti all'oscuro dei dati delle sostanze inquinanti che fuoriescono dai tanti impianti industriali presenti sul territorio jonico. Ad esempio se conosciamo oggi i dati sulla diossina che fuoriesce dall'Ilva, contenuti nel registro Ines, nulla si sa invece di industrie come la Cementir.

Allora ci domandiamo, quali poteri e diritti hanno i cittadini per pretendere la trasparenza dei dati? E quali altri per evitare che determinazioni in ambito ambientale vengano emesse segretamente, senza prima consultare la cittadinanza? quali sono le condizioni per l'accesso alla giustizia in materia ambientale?

Per rispondere a queste e a tante altre domande, e per rafforzare la nostra consapevolezza di cittadini attivi, il Comitato per Taranto organizza per lunedì 12 maggio 2008, ore 18.00 presso la sede della Uil in Piazza Dante, un incontro pubblico informativo dal tema "Cittadinanza attiva: poteri e strumenti per la salvaguardia ambientale a Taranto".

Interverranno all'incontro il dott. Massimo Ruggieri e il dott. Arturo Acacia che relazioneranno sui poteri e strumenti di cittadinanza attiva (con la presentazione della Rubrica del Cittadino attivo). Modererà l'incontro il prof. Alessandro Marescotti.

E' un momento di riflessione a cui la cittadinanza è invitata a partecipare perché ci si renda conto di "quanto poco e volutamente si sa" e di quanto noi come cittadini possiamo fare per il nostro territorio.

Firmano per il Comitato per Taranto:
Arturo Acacia
Michele Carone
Peppe Cicala
Lea Cifarelli
Giulio Farella
Alessandro Marescotti
Lucrezia Maggi
Luigi Oliva
Antonietta Podda
Massimo Ruggieri

Articoli correlati

  • Il Giardino dei continenti e della Nonviolenza
    Sociale
    Scampia, ricordata Stefania Formicola, vittima di femminicidio, con una targa

    Il Giardino dei continenti e della Nonviolenza

    A Napoli nel quinto anniversario, posa della targa nel "Giardino dei Continenti e della Nonviolenza". In questo cerchio di fratellanza e sorellanza sono stati presenti anche gli studenti.
    27 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • Il Primo Follower
    Consumo Critico
    Per fare la rivoluzione ambientale un leader non basta

    Il Primo Follower

    Come fanno alcune persone a trascinare sempre più followers nella loro "rivoluzione"? Il libro di Sergio Fedele vuole essere un manuale per attivisti ambientali.
    6 ottobre 2021 - Linda Maggiori
  • “Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali”
    Sociale
    Sabato 9 ottobre alle ore 11 a Roma in piazza Santi Apostoli presidio del comitato 9 Ottobre

    “Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali”

    Presidio convocato dai parenti delle vittime di stragi come Vajont, Viareggio, ponte Morandi, Moby Prince e anche dai familiari dei morti sul lavoro e da tutte le associazioni che li sostengono. La Giornata nazionale è stata istituita sul ricordo della strage del Vajont del 9 ottobre 1963.
    9 ottobre 2021 - Redazione PeaceLink
  • La Camera dei Deputati si spacca sugli ecoreati
    Ecologia
    L'esame della riforma passerà a settembre al Senato dopo il voto alla Camera

    La Camera dei Deputati si spacca sugli ecoreati

    La maggioranza si è divisa sull'ordine del giorno sugli ecoreati. Il testo, che aveva il parere contrario del governo, è stato respinto con 186 voti contro 181. A favore ha votato il M5s e parte del Pd. La raccolta di firme di PeaceLink continua fino a settembre, quando il testo andrà al Senato.
    3 agosto 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)