Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

A Taranto gli acquerelli del "Grand Tour" di Ducros

Gli acquerelli di Ducros nuovamente a Taranto, ovvero laddove ebbero origine. S'inaugura oggi al Museo Nazionale Archeologico del capoluogo jonico la mostra dei dipinti esposti abitualmente al Rijksmuseum di Amsterdam.
30 dicembre 2008
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

-
TARANTO – Gli acquerelli di Louis Ducros nuovamente a Taranto, ovvero laddove ebbero origine. S'inaugura oggi alle 17 al Museo Nazionale Archeologico del capoluogo jonico la mostra dei dipinti realizzati nel 1778 nel corso di un "Grand Tour" che coinvolse quattro nobiluomini olandesi e un inglese che attraversarono la Penisola passando per Roma, la Puglia, la Calabria e la Sicilia.

Le tele sono esposte abitualmente al Rijksmuseum di Amsterdam, il principale museo olandese, e dopo due secoli lo saranno per tre mesi a Taranto. L’amministrazione comunale di Taranto è riuscita ad organizzare l’esposizione ad un anno esatto dalla riapertura del Museo Archeologico. Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, parteciperà all’inaugurazione della mostra - titolo «Gli Acquerelli di Louis Ducros – 1778 Quattro gentiluomini e un pittore di paesaggi: la Puglia del Grand Tour». La mostra – promossa tra gli altri anche dalla Regione Puglia – sarà inaugurata dal sindaco Ezio Stefano e dai rappresentanti degli enti e delle istituzioni pubbliche e private che hanno partecipato al progetto.

«E' un evento importante, direi storico – spiega Angela Mignogna, assessore alla Cultura di Taranto – perchè siamo riusciti ad ottenere opere d’arte di grandissimo valore che testimoniano la vita e mostrano i paesaggi di una Puglia che non c'è più. È un passo avanti per il nostro museo che così si apre a manifestazioni non solo legate alla Magna Grecia». Saranno esposti un’ottantina di acquerelli che raffigurano numerose località pugliesi: da Taranto a Bari, Lecce, Brindisi, Canosa, Gallipoli, Manduria, Giovinazzo e Monopoli, Egnatia o Canne della Battaglia, che il pennello di Louis Ducros, pittore svizzero che a lungo dimorò a Roma, consegnò alla storia dell’arte al termine di un lungo viaggio alla ricerca delle testimonianze dell’arte greca e romana. Il viaggio di Willem Carel Dierkens, Willem Hendrick van Nieuzerkerke, sir Nathaniel Thornbury iniziò nel gennaio 1778.

A loro si aggiunse Nicolaas Ten Hove, maestro generale della Zecca dell’Aia, che coinvolse il pittore Ducros, artista già noto per la sua capacità quasi fotografica di sintetizzare avvenimenti e di raccontare per immagini ciò che accadeva in quegli anni. Dal viaggio nella Penisola ne furono tratte 378 tele, conservate in Olanda dal Rijksmuseum in tre grandi album. Ora 15 di quei dipinti, con l'occasione della mostra, sono stati raccolti in una cartella pubblicata insieme al catalogo curato dallo storico dell’arte Andrea Emiliani, da Piero Massafra e Cosimo D’Angela.

Articoli correlati

  • L'ARPA Puglia ha un nuovo strumento per segnalare le puzze
    Ecologia
    Il portale pugliese per le segnalazioni degli eventi odorigeni

    L'ARPA Puglia ha un nuovo strumento per segnalare le puzze

    Come funziona l'attività di monitoraggio alle emissioni odorigene in Puglia? Quello delle puzze è un fenomeno spesso segnalato dai cittadini che vivono vicino alle discariche, agli oleifici e alle fabbriche.
    21 giugno 2021 - Fulvia Gravame
  • “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia
    Disarmo
    Le iniziative del movimento BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni)

    “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia

    L’accordo per la cooperazione scientifica e tecnologica si integra con quello specificamente militare poiché le armi sono sempre più legate allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e alla robotica
    31 marzo 2019 - Rossana De Simone
  • Ecodidattica
    Lo stato di salute della Puglia

    Analisi delle cause di decesso in Puglia

    Gli open data ed l'elaborazione statistica statistica hanno consentito questi risultati
    23 marzo 2018 - Antonello Russo
  • Disarmo
    Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)