Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Viaggio tra i pensieri della famiglia Fornaro, rovinata dalla diossina che ha contaminato la masseria.

Come una clessidra senza sabbia...

Il tempo nella casa della famiglia Fornaro ha cambiato il suo naturale corso, così come il senso della vita che girava attorno ad esso ora cerca una nuova collocazione, e nuovi stimoli per continuare a credere in un futuro migliore.
15 luglio 2009
Mariangela Franco

Il tempo scorre sempre troppo veloce per chi lo marca stretto, e così si finisce per prendere le distanze dal passato e dal futuro pur di cercare delle risposte sul presente e su ciò che da esso ci si aspetta.
Oggi il tempo sembra non bastare mai e se ieri il suo scorrere prefigurava l'avvento di tempi migliori, oggi per chi vive una situazione di disagio, rappresenta il bisogno di frenarlo, di rallentarlo per poterlo spremere il più possibile.
E' questa l'aria che si respira in casa Fornaro, mentre ci si appresta alle faccende quotidiane, il più delle volte come se nulla fosse mai accaduto, perché nonostante la routine non sia più la stessa la vita deve andare avanti e la volontà di restare in piedi è più forte di qualsiasi caduta.
La sensazione di aver perso il controllo sulla direzione di marcia è quasi palpabile nelle parole del patriarca " don Angelo" Fornaro, così come negli sguardi, nei silenzi e spesso nei sorrisi dei suoi figli.

Mi convinco che è successo tutto troppo in fretta, come quando si lascia libera una pallina di piombo su un piano inclinato... cosa succede?
La pallina scivola e più scende più acquista velocità... non la si riesce a fermare... dritta fino a terra!
Così anche per gli allevatori... vincolo sanitario... abbattimento... il tempo dell'abbandono e la pallina continua a correre.... ma non trova ancora il fondo, non c'è ancora niente e nessuno che riesca ad arrestarne la caduta libera. panorama di casa Fornaro

Le giornate trascorrono in un attesa perenne, quasi radicata, spasmodica, e oltre le parole il muro appare ancora troppo alto e troppo robusto per essere scavalcato.
Da dove si viene poco importa ormai e dove si sta andando sembra non interessare, come Pilato ci si lava le mani davanti all'innocenza, ma la tolleranza non è una soluzione e questo i Fornaro lo sanno bene e combattono ogni giorno non solo contro la paura e l’ansia del futuro, ma anche contro chi cerca e vuole dimenticarli liberando davanti ai loro occhi lo spettro dell'abbandono.
Il calendario sta ingiallendo sulla parete, le pagine non scorrono più, gli occhi puntano ogni giorno il panorama che offre la loro finestra e l'energia e la voglia di andare avanti continuano a tessere l'auspicio di promesse che possano divenire realtà.

Articoli correlati

  • La diossina nel pecorino
    Processo Ilva
    Tutto comincia il 27 febbraio 2008 e così prendono avvio le indagini di "Ambiente Svenduto"

    La diossina nel pecorino

    Il formaggio era prodotto da un pastore che pascolava vicino all'ILVA. Viene consegnato, a spese di PeaceLink, in un laboratorio di analisi di Lecce. "Diteci quello che c'è dentro". Qualche giorno dopo arriva una telefonata allarmata dal laboratorio: "C'è la diossina".
    Repubblica
  • Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA
    Ecologia
    Inviata dal Ministero della Transizione Ecologica al gestore dello stabilimento ILVA di Taranto

    Diffida sul campionamento continuo della diossina ILVA

    Il Gestore dell'ILVA non ha eseguito il controllo mensile del camino E-312. La legge prevede il fermo dell'impianto se accadesse una seconda volta in 12 mesi. PeaceLink evidenzia che dai controlli emerge una concentrazione di diossina superiore al limite prescritto per gli inceneritori.
    9 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
  • Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati
    Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • "Diossina dal camino?" Ancora nessuna risposta
    Taranto Sociale
    L'Arpa Puglia scrive nuovamente a Ministero dell'Ambiente e Ispra

    "Diossina dal camino?" Ancora nessuna risposta

    L'Agenzia regionale sollecita la revisione dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) e coinvolge il sindaco Melucci, già firmatario dell'ordinanza ferma al Consiglio di Stato.
    24 aprile 2021 - Mimmo Mazza
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)