Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Si è discusso dei contenuti della relazione di Arpa Puglia dello scorso 4 giugno sulla qualità dell’aria nella Città di Taranto

Nicastro incontra ass.Altamarea di Taranto su Ilva e benzoapirene

Nel corso dell’incontro, ai rappresentanti delle associazioni ambientaliste è stato chiarito come non vi siano dubbi in relazione all’esigenza di conseguire la riduzione della concentrazione di benzo(a)pirene ben prima del 31 dicembre 2012, prospettato dal Ministero dell’Ambiente
9 giugno 2010
Fonte: Press Regione - 07 giugno 2010

Questa mattina l’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente, Lorenzo Nicastro, ha incontrato i rappresentanti dell’Associazione “Alta marea contro l’inquinamento - Coordinamento dei cittadini ed associazioni di Taranto”. Il cielo sopra Taranto
Si è discusso dei contenuti della relazione di Arpa Puglia dello scorso 4 giugno sulla qualità dell’aria nella Città di Taranto. Secondo Nicastro “l’ARPA Puglia per la prima volta ha posto in stretta correlazione i valori di benzo(a)pirene rilevati in atmosfera con le emissioni rivenienti dalle cokerie dello stabilimento ILVA. Di fronte ai dati e alla valutazioni fornite da ARPA Puglia, braccio tecnico della Regione, dovranno essere poste in atto tutte le iniziative di competenza della Regione volte alla riduzione di questo inquinante in atmosfera”.

In precedenza, si era già tenuto un tavolo tecnico convocato lo scorso 6 maggio a seguito della comunicazione da parte dell’ARPA dell’avvenuto superamento della concentrazione di benzo(a)pirene nel rione Tamburi. In tale occasione, in attesa di conoscere i dati definitivi relativi al fenomeno, la Regione si era impegnata alla redazione, avvalendosi dell’ARPA Puglia, di un piano di risanamento volto al raggiungimento del valore obiettivo di 1 ng/m3 di benzo(a)pirene. Nel corso dell’incontro odierno, ai rappresentanti delle associazioni ambientaliste è stato chiarito come non vi siano dubbi in relazione all’esigenza di conseguire la riduzione della concentrazione di benzo(a)pirene ben prima del 31 dicembre 2012, prospettato dal Ministero dell’Ambiente.

“Ci siamo impegnati – ha detto Nicastro - a promuovere presso il Ministero, responsabile del procedimento per il rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per lo stabilimento ILVA, una forte azione di sollecitazione volta alla definizione delle misure necessarie per ridurre il contributo emissivo”.

“Tali misure - ha precisato - potranno e dovranno essere anche più stringenti di quelle previste dalle BAT, come peraltro stabilito dalla norma in casi limite come questo. Questo assessorato ritiene che considerata la situazione ambientale che si è determinata nella città di Taranto l’accoglimento di tale richiesta sia doveroso da parte del Ministero dell’Ambiente”. In parallelo la Regione si è attivata per la redazione di un piano di azione finalizzato all’immediato rientro nei limiti previsti dalla legge nel benzo(a)pirene già nel 2010.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)