corso

AIUTI UMANITARI in SITUAZIONI di EMERGENZA: PROBLEMATICHE e STRUMENTI OPERATIVI

21 maggio 2005

Il corso è finalizzato a fornire conoscenze e strumenti operativi a coloro che, attraverso l’aiuto umanitario, intervengono o intendono intervenire in situazioni di emergenza.

Il corso si articola in due moduli che si terranno nei giorni
21-22 maggio e 28-29 maggio 2005
dalle ore 10.00 alle ore 18.30

PROGRAMMA DEL CORSO:

I° modulo (21/22 maggio 2005):

Contesto

Guerre e crisi nel mondo globalizzato

L’umanitario e il modello emergenziale
come elementi fondamentali nello scenario attuale

L’incontro dell’altro: impatto sociale e culturale degli interventi di emergenza sui destinatari degli aiuti umanitari

Attori

Il ruolo e gli attori internazionali negli interventi di emergenza

Il ruolo e gli attori locali negli interventi di emergenza

“Altri” attori: l’esperienza della non-violenza

II° modulo (28/29 maggio 2005):

Azioni

La pianificazione del progetto:
L’albero dei problemi e gli obiettivi del progetto

Il quadro logico del progetto
Esercitazione

Valutazione e problematiche

L’impatto degli aiuti umanitari: l’esperienza nei Balcani

Gli spazi e l’emergenza. La creazione dei campi dei rifugiati

Aiuti umanitari in un contesto di guerra preventiva.
“Un ponte per” in Iraq

Conclusioni e consegna degli attestati

DOCENZE: E’ prevista la partecipazione di
Piero Maestri, Lia Bandera, Mauro Van Aken, Daniela Ricci, Luca Ciabarri, Barbara Di Tommaso, Camillo Boano, Osservatorio Balcani, Fabrizio Floris, un operatore di “Un ponte per”

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Posti disponibili: min.10; max 30.
E’ richiesta la presenza per tutta la durata del corso

Iscrizioni: devono pervenire tramite e-mail o telefono
entro 13 maggio 2005 alla segreteria del CRIC

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
150 euro in totale per i due moduli
Le spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti

Per maggiori informazioni:
Simona Sambati
02 36564364, 328 2637615
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Nuovo studio italiano pubblicato sullo Scientific Report di Nature

    Danni neurotossici causati da piombo e arsenico nei bambini di Taranto

    Disturbi da deficit di attenzione, autismo e iperattività, sarebbero riscontrati in numero maggiore, nei quartieri più vicini al siderurgico: Tamburi e Paolo VI. Siamo stanchi di prestare le nostre vite e quelle dei nostri figli, come se fossimo cavie da laboratorio.
    19 giugno 2021 - Giustizia per Taranto
  • Taranto Sociale
    I dati relativi alle polveri sottili (PM2,5 e PM10) e al biossido di azoto (NO2)

    Ex Ilva: Peacelink, rischio cancerogeno inaccettabile

    “L’aria di Taranto non rispetta i limiti dell'Organizzazione mondiale della sanità” dice Peacelink, per la quale “a fronte di una situazione sanitaria fortemente compromessa, la popolazione di Taranto dovrebbe godere di una protezione particolare".
    18 giugno 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Disarmo
    Biden e Putin siglano un comunicato congiunto “on Strategic Stability”

    Good News? La speranza continua

    "Gli Stati Uniti e la Russia avvieranno insieme un dialogo bilaterale integrato di stabilità strategica nel prossimo futuro, che sarà deliberato e solido. Attraverso questo Dialogo, cerchiamo di gettare le basi per future misure di controllo degli armamenti e di riduzione dei rischi.”
    17 giugno 2021 - Roberto Del Bianco
  • Sociale
    Siamo nel 2021 e le donne, qui, in Italia, italiane e straniere, ancora non possono dire no!

    Saman

    Saman non è stata uccisa per ordine del Corano. Saman è stata uccisa dal sistema patriarcale. La sua uccisione è un femminicidio come qualsiasi femminicidio che succede quotidianamente in Italia e ovunque a conseguenza di una mentalità maschilista marcia ed arretrata
    17 giugno 2021 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Sociale
    Ilaria Di Roberto: «non siamo un sesso debole, siamo sopravvissute».

    «Quanto subisco rispecchia il concetto di femminicidio in vita»

    La denuncia pubblica di quanto subisce da anni e dell’ultima molestia subita l’11 giugno e un drammatico appello, «ho bisogno di essere creduta e di aiuto».
    17 giugno 2021 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)