convegno

"Acqua: voce all'emergenza silenziosa" (un bene pubblico inalienabile)

30 settembre 2005
ore 16:00 (Durata: 3 ore)

ROMA – Sensibilizzare, Informare e favorire lo scambio di esperienze. Questi gli obbiettivi del convegno "Acqua: Voce all'emergenza silenziosa", organizzato dalla Associazione Roma Capitale Mondiale dell'Acqua (RCMA) in collaborazione con il Gruppo Verdi del Municipio Roma IX. Il Congresso, ad ingresso gratuito si terra' Venerdì 30 settembre (Ore16:00 - 19:00) presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati (Via Poli, 8 - Roma).

La gestione dei progetti per le risorse idriche nei paesi in via di sviluppo e la amministrazione della risorsa acqua in Italia con particolare attenzione alla città di Roma ed alla Regione Lazio saranno i temi su cui si confronteranno relatori provenienti dal mondo delle università, delle ONG e della politica tra cui: Fabrizio Fabbri – responsabile politiche ambientali dei Verdi, Dario Esposito – Assessore all'ambiente del Comune di Roma, Claudio Bordin capogruppo dei verdi del Municipio Roma IX, Adriana Buglione – Presidente dell'Associazione RCMA; Andrea Micangeli – docente del corso di Tecnologie per l'autonomia; Claudia Maggi – dottoranda in energetica all'Università La Sapienza, Gaetano Casale – Responsabile Comunicazione Finisterrae ONLUS; Stefano Picchi - Gruppo 183 Associazione per la difesa del suolo e delle risorse idriche.

La sensibilizzazione dei cittadini tramite un'ampia panoramica sul problema acqua, l'incontro tra Associazioni che operano sul campo ed il mondo universitario e della politica, ed un accento sulla governance democratica della risorsa acqua, sono le caratteristiche di RCMA, associazione nata per contribuire, attraverso la città di Roma, a dare voce al valore della risorsa acqua e alle organizzazioni che si attivano per favorire un più equo accesso alle risorse idriche nel mondo.

Percorso questo condiviso dai Verdi, da sempre impegnati in prima fila per difendere attraverso proposte concrete e sostenibili le tematiche ambientali.

Per Partecipare al congresso è necessario l'invio dell'adesione via e-mail, compilando il modulo che si trova sul sito www.rcma.it

Per maggiori informazioni:
Riccardo Adragna
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)