presidio

PRESIDIO ANTIFASCISTA A CHIETI contro la fiaccolata di Forza Nuova

11 febbraio 2006
ore 17:30 (Durata: 3 ore)

Venerdì 10 febbraio per la commemorazione nazionale delle vittime delle foibe, istituita con la Legge 92 del 2004, è stata organizzata a Chieti una fiaccolata da parte di Forza Nuova.
Nonstante il sindaco Ricci abbia lanciato un appello affinchè non fosse autorizzata, la manifestazione si farà lo stesso e si concluderà con un comizio del "terrorista nero" Roberto Fiore, segretario nazionale dell’organizzazione neofascista.
Evidentemente inizia a dare i suoi frutti l'inserimento di Forza Nuova nell'attuale maggioranza di governo.
Chieti non è stata scelta a caso, sotto l'amministrazione dell'ex sindaco missino Cucullo, il “sindaco del piede di porco nascosto nel giornale”, furono ben due i "campi hobbit" [ritrovo dei giovani di estrema destra] organizzati.
Ma c'è di più: il 10 febbraio è anche il giorno in cui, sempre a Chieti, furono processati durante il regime fascista, due partigiani e fucilati il giorno dopo a Colle Pineto.
Per sottrarre la vicenda delle foibe alla manipolazione ideologica di un gruppo politico il cui revisionismo storico tende a negare i crimini commessi dal nazi-fascismo, la Chieti democratica, delle associazioni e delle soggettività, riunita nel Coordinamento Antifascista Teatino, ha indetto una manifestazione per testimoniare attivamente il rifiuto del nazi-fascismo.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)