rappresentazione teatrale

"Cyranando" e "Tramonto"

22 febbraio 2008
ore 21:00 (Durata: 1 ore)

"Il dono della diversità"
Laboratorio interculturale di narrazione teatrale
presenta

"Cyranando" e "Tramonto"

di e con
Alessandro Ghebreigziabiher

Venerdì 22 Febbraio 2008, ore 21.00
Istituto “Daniele Manin”
Via N. Bixio, 83-85 (Roma)

L’incasso sarà devoluto allo
Sportello della Casa dei diritti sociali

Vent’anni di attività per lo Sportello CDS all'Esquilino (Roma):
La sede CDS di Esquilino opera da quasi 20 anni, ed è il più antico ed anche il più polifunzionale degli interventi messi in campo dall’associazione per la promozione dei diritti dei cittadini emarginati, come i migranti, i rom, i rifugiati o richiedenti asilo, le persone senza dimora, le vittime di tratta. Nel corso degli anni si sono qui consolidati una serie di servizi “storici”: grazie alle attività di informazione e orientamento, al poliambulatorio medico, al servizio legale, ai corsi di italiano per migranti. E’ un esperimento nato e andato avanti in questi anni non perché qualcuno ce lo abbia chiesto e commissionato, ma perché un gruppo autoorganizzato e autogestito composto da “romani” provenienti da molte regioni italiane e da molte nazionalità ha voluto regalare alla città la possibilità di molti non romani di diventare anche loro cittadini.
In tutti questi anni oltre 20.000 persone (23.038 al 21.04.06) hanno utilizzato la sede di Esquilino; solo nel 2005 ci sono stati circa 800 nuovi utenti che hanno usufruito dell’assistenza legale, dell’ambulatorio medico, della mediazione sociale e culturale e dell’orientamento.

Dati di Attività
Sono in corso le elaborazioni statistiche circa l’attività svolta nell’anno 2006: gli utenti che hanno utilizzato i nostri servizi sono stati 1.629, le pratiche legali sono state 753, di cui 439 di tipologia penale, 165 civile, e 139 di lavoro. Le visite mediche sono state 156, di cui 123 per la sola ginecologia, 29 di medicina generale e 4 di psichiatria. Interessanti anche i dati circa le residenze anagrafiche, che vengono date—presso la sede di Esquilino—agli italiani senza dimora, a chi deve richiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana (Brasile—Argentina), e ad alcune tipologie di permesso di soggiorno, rinnovo per asilo anche a carattere umanitario.
Referenti:
Carla Baiocchi

Cosa è la Casa dei Diritti Sociali - FOCUS
Casa dei Diritti Sociali FOCUS è una associazione laica di volontariato nata nel 1989 e che promuove i diritti delle persone più vulnerabili ispirandosi ai principi della solidarietà, della giustizia sociale e dell’equità nei rapporti tra i popoli. Crede nell’importanza dell’auto-gestione e si sforza di mettere in atto pratiche avanzate di partecipazione e democrazia interna.
In questi anni l’associazione ha lavorato e lavora a:
- Progetti per la promozione dell’autonomia sociale delle persone più escluse e i cui diritti sono costantemente violati, come immigrati, rom, rifugiati, persone senza dimora, anziani soli o a basso reddito, minori stranieri non accompagnati, vittime di tratta, vittime di tortura.
- Campagne per la promozione dei diritti umani, della multiculturalità, dello sviluppo sostenibile, dell’antifascismo.
CDS FOCUS oggi opera sul territorio dei Municipi I, III, IX, XI, XIV e XV del Comune di Roma e conta su circa 100 volontari.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1998: A Viareggio muore don Beppe Socci, dopo aver speso una vita accanto agli ultimi e aver lottato, senza clamori, per una umanità semplice e nonviolenta

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)