convegno

LE PIAZZE DELL'ALTRECONOMIA - un nuovo mondo sta nascendo

14 aprile 2004
ore 21:00

Esiste un’economia ufficiale ed è quella dell’utilitarismo, della massimizzazione del profitto, e del capitale come ragione di tutto. Mai come oggi i danni provocati da questo tipo di economia - e da chi si era illuso che il sistema economico potesse prescindere dal contesto sociale e ambientale - sono ormai sotto gli occhi di tutti: nonostante uno sviluppo tecnologico senza precedenti, l’ultimo secolo ha portato con sé, insieme all’aumento del benessere degli abitanti dei paesi più ricchi, un devastante incremento delle disuguaglianze tra nord e sud del mondo, che ora - complice una crisi irreversibile dell’attuale modello di sviluppo - si va estendendo anche all’interno dei paesi più ricchi. Un sistema che ha oltretutto implicato la maggiore dissipazione di risorse naturali mai osservata.

Ma esiste oggi anche un’altra economia, molto meno gridata, molto meno diffusa: un'economia fatta di piccole ma solide pratiche, di reti prima che di capitali, di persone prima che di cose. Un'economia che muove dalla consapevolezza che non tutto può essere ridotto all’utile e che molte delle cose più importanti della vita hanno un valore che non può essere monetarizzato. Si tratta di un’economia sociale, solidale, sostenibile: è l'Altraeconomia, che l'Associazione Finanza Etica, insieme alla Provincia di Parma - Assessorato Sanità e Servizi Sociali, intende far conoscere a tutti attraverso 5 incontri pubblici.

Scopo dell'iniziativa (dal titolo LE PIAZZE DELL’ALTRECONOMIA) è portare alla luce e valorizzare l’esistenza – anche in un territorio ricco come quello emiliano - di una fitta rete sociale di buone pratiche: esperienze di risparmio responsabile, commercio equo e solidale, pratiche di tutela delle risorse naturali, cooperazione responsabile. Ogni incontro presenterà una prospettiva teorica ed una o più esperienze concrete da cui trarre esempio.

I 5 incontri che si realizzeranno tra il 14 aprile ed il 12 maggio, saranno aperti a tutti ed avranno i seguenti temi:

1. FINANZA ETICA E POLITICHE PUBBLICHE
I risparmiatori a sostegno di un sistema che necessita credito

mercoledì 14 aprile 2004, ore 21 - Aula Magna del Dipartimento di Economia (via Kennedy)

con Alessandro Messina e il Sen. Francesco Martone, introduce Giulio Tagliavini

2. SOSTENIBILITA' E BIOECONOMIA
Stili di vita per un equilibrio tra economia, ambiente e società

mercoledì 21 aprile 2004, ore 21 - Sala Primavera di Legambiente (vicolo S. Maria)

con Mauro Bonaiuti e Antonio Onorati, introduce Francesco Dradi

3. CONSUMO CRITICO
scelte quotidiane per un’economia equa, solidale e cooperativa

giovedì 29 aprile 2004, ore 21 - Ristorante Altra Marea (via Bixio)

con Paolo Chiavaroli e Alberto Castagnola, introduce Mauro Serventi

4. FREE SOFTWARE
contributi collettivi per la crescita di tutto il territorio

giovedì 6 maggio 2004, ore 21 - Aula Newton del Dipartimento di Fisica (Campus)

con Alessandro Rubini e Gabriele Francescotto, introduce Andrea Scrimieri

5. IMPRESE RESPONSABILI
cosa chiedere agli imprenditori e come ottenerlo

mercoledì 12 maggio 2004, ore 21 - Sala Balestrieri di Legacoop Parma (via Menotti)

con Massimo Chiocca e Fabrizia Paloscia, introduce Luciano Mazzoni

Per maggiori informazioni:
Giorgia Vezzoli
335 8470167
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)