conferenza

"Tra antiche e nuove strategie di occultamento della violenza maschile nei confronti delle donne"

21 febbraio 2019
ore 15:30 (Durata: 3 ore)

Presentazione della ricerca ‘What about my right not to be abused?” Domestic abuse, human rights and the family courts’.

Women’s Aid and Queen Mary University di Londra hanno realizzato un’importante ricerca su violenza domestica, diritti umani e visite genitoriali nei tribunali di famiglia inglesi (family courts), facendo luce sulla discriminazione sistematica che le donne vi subiscono e sul rischio per la sicurezza dei bambini.

Presenta la ricerca al pubblico italiano la ONG "Differenza Donna”, da anni nei tribunali civili e penali e accanto alle donne in centri antiviolenza. "Differenza Donna" aderisce alla campagna internazionale “Every Woman Everywhere” per un trattato internazionale per il diritto delle donne a vivere libere dalla violenza, compresa quella istituzionale. Le donne che vivono situazioni di violenza domestica temono di perdere i loro figli e ritardano l’attivazione degli strumenti giuridici disponibili. Questa paura è mantenuta viva anche da un percorso giudiziario che occulta la violenza e stigmatizza le donne e le loro capacità genitoriali, riducendole al silenzio. E’ una situazione comune a gran parte degli ordinamenti giuridici, nonostante la Convenzione di Istanbul, che impone di assicurare modalità di frequentazione padre-figli sicure per questi ultimi e le loro madri.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Editoriale
    Difendiamo chi ci difende, ovvero i “whistleblower” (le “gole profonde”)

    Per proteggerci dai reati alimentari, ambientali e altri, tuteliamo meglio i nostri “whistleblower”

    Quanti dipendenti di aziende alimentari, sapendo di frodi commesse dalla loro azienda, rinunciano a denunciarle per paura di rappresaglie? Idem per gli altri tipi di azienda. E noi ne paghiamo le conseguenze! Oggi chi denuncia reati è insufficientemente tutelato. Ne sa qualcosa Julian Assange.
    21 ottobre 2021 - Patrick Boylan
  • Latina

    Honduras e diritti umani, un cinismo strutturale

    Stigmatizzazione, criminalizzazione, persecuzioni giudiziarie ed assassinio di attivisti fanno dell’Honduras uno dei paesi più letali per chi difende terra e beni comuni
    20 ottobre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Pace
    Julian Assange dimenticato da gran parte del mondo pacifista italiano

    Assange, simbolo mondiale della libertà di stampa

    L’Associazione PeaceLink – Telematica per la pace, vuole rilanciare le molteplici petizioni attive nel mondo a sostegno di Julian Assange, incriminato per aver rivelato i più efferati crimini di guerra compiuti e perpetrati dagli Stati Uniti nelle ultime guerre, a partire da Iraq e Afghanistan
    20 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • Laboratorio di scrittura
    Da vent’anni contrasta il racket della prostituzione

    Le sue parole sono state per me una carezza

    Adelina Alma Sejdini in passato ha vinto molti mostri. Oggi una brutta malattia e l'indigenza la stanno mettendo a dura prova
    19 ottobre 2021 - Maria Pastore
  • Consumo Critico
    Per fare la rivoluzione ambientale un leader non basta

    Il Primo Follower

    Come fanno alcune persone a trascinare sempre più followers nella loro "rivoluzione"? Il libro di Sergio Fedele vuole essere un manuale per attivisti ambientali.
    6 ottobre 2021 - Linda Maggiori
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)