Il sindacato

Tra blog e delegati organizzarsi è un'impresa

19 settembre 2006
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

Non è facile organizzare il sindacato in un gruppo come la Lidl, soprattutto se si mettono insieme le tradizionali difficoltà del settore del commercio: grande presenza di part time, frammentazione in centinaia di punti vendita. Ma qualcosa sembra che stia cambiando, e la risonanza avuta dal blog di Beppe Grillo ha influito sui rapporti interni. In alcuni punti vendita - raccontano i delegati - i rapporti si sono un po' ammorbiditi e non vengono ossessivamente citate le tabelle di produttività. A rendere non è solo Internet, comunque, ma anche l'attività sindacale dal basso. A Ravenna, ad esempio, tutti i punti vendita hanno minacciato lo stato di agitazione: la Lidl ha completato il personale in organico, alleggerendo i ritmi, raccontano alcuni delegati della Cgil. Ritmi migliorati anche ad Albenga, nel savonese, dove la Filcams Cgil già da anni è strutturata in filiale e vigila sulle regole. Dall'altro lato, una trentina di «bloggisti» si sono riuniti dieci giorni fa a Torino, incontrando un rappresentante dell'Ugl e il parlamentare di An Roberto Salerno, che ha indirizzato un'interrogazione parlamentare al ministero del lavoro. Un'interrogazione alla Regione Emilia Romagna si è avuta invece dal Prc, con il consigliere Leonardo Masella. La Cgil nazionale, infine, ha intenzione di tradurre in italiano il libro europeo della Lidl pubblicato dal sindacato tedesco dei Ver.di.

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)