CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Caso SCO, il giudice perde la pazienza

    SCO lancia molte accuse ma non porta nessuna prova. Questa la posizione espressa dal giudice che segue il caso con cui SCO ha portato in tribunale IBM per avere distribuito codice Unix a favore di Linux. Per la società dello Utah orizzonte meno roseo.
    14 febbraio 2005 - MacityNet
  • Antitrust, Microsoft risponde alla UE

    L'azienda presenta l'ultima documentazione utile per il procedimento della Commissione Europea sulla sua posizione di mercato. Intanto negli USA dà licenza a SCO
    22 ottobre 2003 - Punto Informatico
  • IBM rassicura i suoi utenti Linux a proposito di SCO

    IBM sta diramando comunicati in cui rassicura i suoi utenti riguardo le problematiche legali derivanti dall'azione legale di SCO, che vengono definite "pretese senza fondamento".
    22 ottobre 2003 - Linux Help
  • IBM: La crescita di Linux è inarrestabile

    Deborah Magid, di IBM, ha dichiarato che ormai la crescita di Linux e di tutto il software Open Source è inarrestabile. "Abbiamo supportato Java perchè era una piattaforma portabile su diverse architetture ed adesso facciamo lo stesso con Linux" ha dichiarato.
    20 ottobre 2003 - Linux Help

La tassa SCO su Linux è destinata a fallire

5 agosto 2003 - Linux Help

Il tentativo di SCO di tassare l'utilizzo di Linux, con la scusa della violazione dei copright è destinato a fallire, in quanto gli sviluppatori, in caso di vittoria di SCO, riscriveranno la parte di codice incriminato.

Gli analisti sostengono che, anche se qualche azienda ha già pagato SCO, per evitare problemi, sicuramente il grosso delle aziende non lo farà.
SCO sta vendendo licenze per i sistemi Linux basati sul kernel 2.4.x e successivi, sostenendo che essi contengano codice proprietario di SCO.
Ma sicuramante, se fosse provata la presenza di codice di SCO nel Kernel, esso sarebbe riscritto dalla comunità Open Source e quindi cesserebbe ogni diritto di SCO.
Calcolando, dati alla mano, che i tempi di rilascio delle patch di sicurezza di Linux sono dieci volte più rapidi di quelli di Windows, la riscrittura del codice potrebbe avvenire in un tempo talmente ridotto da non far guadagnare neppure un dollaro a SCO.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)