Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Pubblichiamo alcuni abstract di carattere scientifico tradotti in italiano dall'inglese a cura di Adele Moschettini

Traduzione dell'abstract dell'articolo scientifico "Variabilità spaziale degli inquinanti atmosferici nella città di Taranto, Italia e valutazione del suo potenziale impatto."

Adele Moschettini sta collaborando con Peacelink con la traduzione dell'abstract di un articolo scientifico tratto dalla rivista Environ Monit .Assess 2013 Febbraio; 185 (2): 1719-1735. doi: 10.1007 / s10661-012-2663-4. Epub 2012 16 maggio.
Variabilità spaziale degli inquinanti atmosferici nella città di Taranto, Italia e valutazio –
ne del suo potenziale impatto.
Mangia C1, Gianicolo EA, Bruni A, Vigotti MA, Cervino M.
9 settembre 2014
Fulvia Gravame (Adele Moschettini)
Tradotto da per PeaceLink
Fonte: Adele Moschettini - 09 settembre 2014

Environ Monit .Assess 2013 Febbraio; 185 (2): 1719-1735. doi: 10.1007 / s10661-012-2663-4. Epub 2012 16 maggio.

"Variabilità spaziale degli inquinanti atmosferici nella città di Taranto,   Italia e valutazione  del suo potenziale impatto."

Mangia C1, Gianicolo EA, Bruni A, Vigotti MA, Cervino M.

 

ABSTRACT:

Studi epidemiologici in genere utilizzano i dati sull’inquinamento atmosferico rilevati

da una singola centralina di rilevamento ,oppure la media dei dati misurati da diverse centraline per stimare l’esposizione della popolazione agli agenti inquinanti .Nelle aree

urbane  industrializzate, questo approccio può presentare delle criticità a causa del modo

complesso con cui si diffondo nello spazio le sostanza inquinanti provenienti da più fonti.

Questo studio ha preso in esame la  città di Taranto che è una delle città più industrializ-

zate dell’Italia meridionale. Studi epidemiologici hanno evidenziato diverse situazioni

critiche in questa zona, in termini di eccesso di mortalità e effetti sulla salute a breve

termine dovute all’inquinamento atmosferico. Questa  indagine ha come obiettivo quello

di studiare come variano gli inquinanti atmosferici nella città di Taranto e interpretare

i risultati ottenuti dalla indagine per valutare quanto viene esposta la popolazione.Durante

il periodo 2006 -2008 sono state analizzate simultaneamente e di continuo da  5 centra-

line le sostanze inquinanti SO2,NO2,PM10.Per mezzo di indici statistici, sono state studia-

te le variazioni di concentrazione spaziale relative e assolute. I risultati mostrano differenze

significative fra le 5 centraline .La più alta  correlazione fra le centraline di rilevamento è sta-

sta osservata per le concentrazioni di PM10,mentre valori critici sono stati osservati per NO2.  I peggiori valori sono stati osservati per la sostanze correlate alla SO2.

Alti valori di differenza del 90° percentile misurati per coppie di centraline per le tre sostanze

inquinanti suggeriscono che le concentrazioni medie differiscono di molto da centralina a centralina. L’intera analisi sostiene l’ipotesi che varie parti della città siano interessate in maniera differente dalle varie sorgenti di emissioni di inquinanti che dipendono dalle condizioni metereologiche .In particolare lo studio ha mostrato che l’influenza del sito industriale può essere  principalmente identificata con la serie dei dati S02 che mostrano

valori di concentrazione media più alti e correlazioni positive con l’intensità del vento,quan-

do la centralina di rilevamento si trova sottovento rispetto al sito industriale.I risultati sug-

geriscono di valutare l’esposizione della popolazione agli agenti inquinanti nelle città industrializzate, prendendo in considerazione  le possibili zone di influenza  delle varie sorgenti di emissione Ulteriori ricerche sono necessarie per identificare un indicatore che

dovrebbe essere una sintesi dei diversi inquinanti e prendere in considerazione le variabili

metereologiche.

 

Note: Inizia oggi la pubblicazione di abstract di carattere scientifico tradotti in italiano dall'inglese a cura di Adele Moschettini
Traduzione dell'abstract dell'articolo scientifico "Dibenzo-p-diossine e dibenzofurani nel latte materno riscontrati nella zona di Taranto (Italia meridionale): primo studio."
www.peacelink.it/ecologia/a/40538.html

Articoli correlati

  • Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"
    Cultura
    "Vendo Bagnoli" è la canzone dedicata alla chiusura del polo siderurgico napoletano

    Edoardo Bennato: "Mio padre ha lavorato nell’Italsider e mi sento vicino alla vicenda ILVA"

    "L'Italsider di Bagnoli - ha detto a Taranto - poi fu chiusa e si disse che si sarebbe valorizzato il turismo in quell’area perchè si poteva fare. Anche Taranto è una bella città che ha potenzialità turistiche e io mi auguro che si possa delineare un futuro migliore per tutti voi”.
    Redazione PeaceLink
  • Terni e Taranto, confronto di due esperienze di cittadinanza attiva
    Ecologia
    Territori inquinati

    Terni e Taranto, confronto di due esperienze di cittadinanza attiva

    Un video-confronto con Carlo Romagnoli (ISDE) e Alessandro Marescotti (PeaceLink). Cosa fanno le istituzioni? Cosa risponde la politica locale e nazionale ai cittadini che esigono risposte e tutela della propria salute?
    9 agosto 2021 - Alessandra Ruffini
  • Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente
    Ecologia
    In occasione del vertice dei paesi del G20

    Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente

    Di fronte ai sempre più frequenti disastri ambientali, dodici associazioni scrivono ai Ministri dell’Ambiente riunitisi a Napoli in questi giorni per esigere un’azione globale rafforzata e coordinata, non più rimandabile, per salvare il clima.
    23 luglio 2021 - Patrick Boylan
  • Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto
    Ecodidattica
    Cambiamenti climatici e giustizia climatica

    Giustizia climatica: come contrastare l'emergenza climatica attraverso il diritto

    Le questioni climatiche vanno comprese e agite in chiave di cittadinanza globale per espandere i diritti umani in una prospettiva di tutela delle generazioni future, e delle aree più povere del pianeta
    16 luglio 2021 - Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)