Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Se non cambiano il testo vuol dire che la politica è ancora succube delle lobby

Il governo infila i fanghi con gli idrocarburi nel decreto legge su Genova

Nei campi potranno finire fanghi contaminati anche con sostanze pericolose per la salute. Ma cosa ha a che fare con le "disposizioni urgenti per la città di Genova" una norma che mette a rischio i prodotti agricoli consentendo lo spandimento di fanghi con idrocarburi cancerogeni?
14 ottobre 2018

Fanghi nell'agricoltura

Il Decreto Legge su Genova contiene una norma assurda che non riguarda Genova ma la nostra salute. Se passa infatti l'articolo 41 sulla gestione dei fanghi di depurazione (ma cosa ha a che fare con Genova?) avremo nei campi lo spandimento di fanghi contenenti idrocarburi cancerogeni.

Dato che questa norma non riguarda Genova (ma l'interesse tipico di una lobby), l'articolo 41 va assolutamente cancellato.

Occorre fare presto per cancellare l'articolo 41 del DL su Genova perché da martedì vi sarà la conversione alla Camera del decreto legge con la norma "avvelenata".

L'articolo va cancellato "senza se e senza ma".

Dopo di che si chiamino chimici e tossicologi in audizione e si faccia una buona legge a tutela della terra e dei prodotti che arrivano sulla nostra tavola: ma non si proceda all'ennesimo esperimento affrettato e fuori luogo sulla salute dei cittadini. Spandendo fanghi contenenti idrocarburi cancerogeni nelle campagne non si migliora la qualità dell'agricoltura e non si aiuta la salute della popolazione italiana.

Fanghi cancerogeni: la nuova norma del Decreto legge su Genova

La cosa è talmente impresentabile che persino i ministri Costa e Toninelli in un certo senso se ne vergognano e dicono che poi questa norma si cambierà con un "decreto migliorativo". Se non fosse che tutta questa storia è vera da cima a fondo, penseremmo ad uno scherzo, ad un racconto surreale. Ma purtroppo questa è la politica di chi si è autoproclamanto "governo del cambiamento" e ora è stato scoperto a fare cose che solo a raccontarle sembrano incredibili.

 

---

Le relazioni al decreto

Antonio Cianciullo su Repubblica: "Quel codicillo nel decreto Genova che mina la salute dei campi"

Rainews: "Ambiente, il governo usa il Dl Genova per aumentare di 20 volte i limiti degli idrocarburi nei campi"

Idrocarburi: il veleno nel decreto Genova

Il Salvagente

La posizione del ministro Toninelli (M5S)

La posizione dei Verdi

Note: Cosa ha detto il ministro dell'ambiente Costa? Ha dichiarato: "Arriva lo schema di decreto predisposto da Galletti che aveva esattamente il limite di 1000 mg e anche qui, nessuno ha gridato al disastro ambientale. Questa la situazione che abbiamo trovato a luglio. La mia intenzione era modificare il testo per renderlo più coerente con le esigenze di tutela della salute, ma i tempi erano stretti".
Traduzione: la norma non andava bene ma avevamo fretta.
Raffaele Cossu, docente di Ingegneria ambientale all’Università di Padova, non è d'accordo con il via libera agli idrocarburi inserito in un decreto che parla d’altro: “Per regolamentare questa materia serve un dibattito serio. Non si possono aumentare o diminuire i limiti in maniera arbitraria, senza studi e analisi di supporto. E’ un metodo che rafforza le preoccupazioni e rende più difficile costruire un sistema di regolamentazione efficace”.

Articoli correlati

  • La forza della nonviolenza
    Ecologia
    Come i bambini hanno cambiato la lotta all'inquinamento dell'ILVA

    La forza della nonviolenza

    Si chiude una settimana che passerà nella storia delle lotte popolari nonviolente italiane. Taranto ha scritto, con i suoi bambini e con il suo dolore, una delle pagine più luminose della resistenza nonviolenta alle ingiustizie. Adesso occorre fare altri passi avanti
    9 marzo 2019 - Alessandro Marescotti
  • Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto
    Ecologia
    Pubblichiamo l'intera serie storica da quando ArcelorMittal ha preso possesso dell'ILVA

    Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto

    Documentazione per la conferenza stampa. Le informazioni attestano un innegabile ed evidente aumento delle emissioni e dell'inquinamento. Si può consultare tutta la documentazione che PeaceLink ha inviato ad Arpa Puglia
    6 marzo 2019 - PeaceLink
  • Nuovo strappo fra M5s e pacifisti
    Disarmo
    Convegno a Roma su "Produzioni e commercio di armamenti: le nostre responsabilità"

    Nuovo strappo fra M5s e pacifisti

    Il sottosegretario pentastellato agli esteri Manlio Di Stefano ha dichiarato che l'export di armi italiane verso l'Arabia Saudita non si può interrompere. "E' sbagliato pensare che si possa risolvere il problema con l’interruzione dell’esportazione delle armi prodotte in Italia", ha detto.
    2 marzo 2019 - Redazione PeaceLink
  • Fiaccolata per gli Angeli di Taranto
    Pace
    Corteo: pensare globalmente, agire localmente, coordinarsi internazionalmente

    Fiaccolata per gli Angeli di Taranto

    Per ricordare i bambini morti di cancro e per dire NO all'inquinamento
    25 febbraio 2019 - Laura Tussi

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)