Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Appello a cittadini e associazioni. Sottoscrivete #EspostoIlvaEni2017
    Le modalità di sottoscrizione sono due: firma cartacea su modulistica presso i punti previsti o firma digitale on line.

    Appello a cittadini e associazioni. Sottoscrivete #EspostoIlvaEni2017

    La conferenza stampa il 7 dicembre presso il Municipio di Taranto nel salone degli Specchi alle ore 10
    23 novembre 2017 - Redazione Peacelink
  • Presentazione del Libro di Mimmo Laghezza. Con la Taranto che Resiste

    Presentazione del Libro di Mimmo Laghezza. Con la Taranto che Resiste

    Ancora tutti insieme per discutere e confrontarci contro i poteri forti, le lobby dell'acciaio, la tirannia del capitalismo neoliberista e finanziario. Ancora tutti insieme per la chiusura dell'area a caldo dell'Ilva per la salute di cittadini, operai, lavoratori. Con la Taranto che Resiste
    25 novembre 2017 - Laura Tussi
  • Torino: non solo smog. Arriva anche la diossina dell'Ilva

    Torino: non solo smog. Arriva anche la diossina dell'Ilva

    Il rifiuto è Teratogeno: nocivo per la funzione sessuale e fertilità
    17 novembre 2017 - Luciano Manna
  • "A scuola di cittadinanza attiva"
    Inizia il corso di cittadinanza attiva a Taranto

    "A scuola di cittadinanza attiva"

    Il titolo del corso è "I giovedì della cittadinanza attiva" e tocca temi che vanno dalla cittadinanza digitale, alla cittadinanza scientifica, alla cittadinanza europea. Nell'ambito del corso verrà presentato il libro "A scuola di cittadinanza attiva", di Daniele Marescotti.
    15 novembre 2017
Ho sempre vissuto nel quartiere Tamburi, vicino all'acciaieria di Taranto

Mi chiamo Anna Carrieri e le mie gambe sono paralizzate per l'inquinamento

Questa è la mia lettera al padrone dell'Ilva Emilio Riva, al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e al Ministero dell'Ambiente
24 marzo 2008 - Anna Carrieri

Art. 32 della Costituzione Italiana: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività".

Mi chiamo Anna Carrieri, ho 52 anni, abito da quando sono nata al quartiere Tamburi. Il 16 maggio 2004 nel giro di 5 minuti perdo l'uso delle gambe. Rimango 8 mesi ricoverata nei centri di riabilitazione e trovo decine di casi come il mio, anche a Taranto, e tutti abitavano in centri industriali e chimici. In questi anni ho speso soldi a non finire. Proprio l'altro giorno, dopo ulteriori esami a pagamento ho avuto la conferma che la mia paralisi è stata provocata dall'inquinamento. Infatti il mio organismo è pieno di minerale, minerali che tra i vari danni provocano quello che colpisce il sistema nervoso centrale e soprattutto attacca la MIELINA con conseguente paralisi.

Note:

Lettera pubblicata su
http://aia.minambiente.it/DomandeAIADocumenti.aspx?st=5&id=90
cliccare su "osservazioni".

Per saperne di più vai su http://www.tarantosociale.org

Allegati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)