Martedì 17 maggio voto definitivo per l'approvazione del disergno di legge sugli ecoreati

DDL sugli ecoreati, i rischi sul tappeto

Il procuratore di Civitavecchia, Gianfranco Amendola, nome storico delle lotte ambientali ed esperto di diritto ambientale, avverte che la nuova legge può oggettivamente essere "un incentivo a distruggere l’ambiente"
17 maggio 2015

Grillo celebra una legge votata assieme al PD e alla destra, che salva gli impianti inquinanti con le carte bollate a posto, e punisce solo il disastro ambientale causato "abusivamente", fornendo agli avvocati dell'Ilva e degli inquinatori un utilissimo avverbio come appiglio per i loro azzeccagarbugli.

ILVA di Taranto, foto di Luciano Manna / PeaceLink

Per il procuratore di Civitavecchia, Gianfranco Amendola, nome storico delle lotte ambientali ed esperto di diritto ambientale, “in caso di ipotesi colposa di disastro ambientale la pena massima prevista non supera i 5 anni di reclusione. Praticamente, meno di uno scippo o di un borseggio, la cui pena massima arriva a 6 anni!”

Per Amendola "la nuova legge prevede un “ravvedimento operoso” talmente benevolo (la diminuzione di pena dalla metà a due terzi, che comprende anche l’associazione a delinquere) da costituire, oggettivamente, un incentivo a distruggere l’ambiente. Tanto, il responsabile è sempre in tempo a pentirsi e ad uscirne praticamente senza danni”.

Il relatore della legge e' Salvatore Micillo (M5S) e il relatore di maggioranza è Alfredo Bazoli (Pd), il parlamentare che ritiene auspicabile “colpire magistrati resisi responsabili di provvedimenti abnormi e ingiustificati“, citando fra questi il “sequestro degli stabilimenti Ilva nel nord Italia”.

Cofirmatari quattro quinti del direttorio del M5S: Di Battista, Di Maio, Fico e Sibilia.

 

 

 

Note: PeaceLink aveva lanciato una petizione per fermare il DDL e cambiarlo http://www.peacelink.it/ecologia/a/40142.html

L'iniziativa di PeaceLink ha suscitato una reazione di Legambiente, come si può leggere qui http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/09/ddl-ecoreati-guai-a-criticarlo/1665748/

Questa è la posizione del PD sul DDL ecoreati http://www.partitodemocratico.it/doc/277336/braga-calendarizzazione-ecoreati-il-19-maggio-un-ottima-notizia.htm

Articoli correlati

  • Ambiente: a Taranto flash mob davanti Comune, 'Città CoWind'
    Ecologia
    ILVA, flash mob indetto dal Comitato cittadino per l’ambiente e la salute

    Ambiente: a Taranto flash mob davanti Comune, 'Città CoWind'

    “La città del CoWind”, è la scritta che campeggia su uno dei cartelli del flash mob davanti al Municipio di Taranto. Per il Covid 19 le finestre delle scuole devono rimanere aperte. Ma le autorità sanitarie raccomandano nei Wind Days, di tenerle chiuse
    17 ottobre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • ArcelorMittal: flash mob contro fabbrica sabato a Taranto
    Taranto Sociale
    I cittadini protesteranno perché il sindaco Rinaldo Melucci non risponde

    ArcelorMittal: flash mob contro fabbrica sabato a Taranto

    Il Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto: "Si chiede ancora una volta che il sindaco dichiari l'incompatibilità dell’area a caldo dell’Ilva con la salute pubblica. Ricordiamo che l'area a caldo dell'Ilva venne già dichiarata fuorilegge fin dal 2012 dalla Magistratura".
    15 ottobre 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • The steel mill’s dust engulfs the city, but school windows need to stay open due to Covid-19
    PeaceLink English
    On ‘Wind-days’ the local population is advised to minimise exposure to pollution

    The steel mill’s dust engulfs the city, but school windows need to stay open due to Covid-19

    The residents of Taranto have been struggling with air pollution long before the Covid-19 pandemic. They are now caught in the crossfire of two public health emergencies that require local authorities to take action and demand the shutting down of the polluting premises.
    8 ottobre 2020 - Taranto’s City Committee for Health and the Environment
  • Sandro ci mancherai
    Taranto Sociale
    Perdiamo una delle sue persone più buone che ci ha accompagnato in questi anni

    Sandro ci mancherai

    Sorridente e scoppiettante come pochi, sapeva rendere colorate e leggere le manifestazioni che facevamo assieme per combattere l'inquinamento a Taranto
    8 ottobre 2020 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)