Carola Rackete ha compiuto il gesto politico più potente

La notte buia dello Stato italiano

Non è un fatto di cronaca, ma un evento che entrerà nella storia del nostro paese, un episodio di cui tutti prima o poi proveremo vergogna. L’arresto di Carola Rackete, Capitano della Sea Watch.
Laura Tussi30 giugno 2019

Carola Rackete e la Sea Watch

Non è un fatto di cronaca, ma un evento che entrerà nella storia del nostro paese, un episodio di cui tutti prima o poi proveremo vergogna. L’arresto di Carola Rackete, Capitano della Sea Watch. L’obbedienza non è più una virtù. E Carola ha compiuto il gesto politico più potente, contro tutti i poteri forti.

Carola, giovane, colta, coraggiosa e tedesca. In un paese oscurantista, ancora sostanzialmente patriarcale e moralmente e culturalmente regredito, una miscela di personalità e talento e altruismo come quella di Carola era per forza destinata a deflagrare. Carola è l'icona libertaria e progressista di quanti non si rassegnano a dividere il mondo tra regolari e sans-papier, tra chi ha diritto e chi è l’ultimo, che considerano i confini, i limiti, e le barriere geografiche sono una linea immaginaria tracciata sul mappamondo.

Ma in quale paese viviamo se non facciamo rispettare i diritti umani inscritti nella nostra carta costituzionale nata dalla Resistenza Partigiana Antifascista?

 

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.34 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)