MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Gli e-book e il futuro della cultura
    Una soluzione per diffondere i libri in Africa e combattere il digital divide

    Gli e-book e il futuro della cultura

    In 160 grammi possiamo memorizzare vocabolario di italiano, enciclopedia, libri di storia e di letteratura e anche un vocabolario di lingua inglese. La batteria dura un mese e possiamo ricaricarla con un piccolo pannello solare.
    8 gennaio 2014 - Austilio Tinelli
  • Verso l'alta tecnocrazia

    A Kuala Kampur è nata UnGaid, nuova agenzia Onu contro il «digital divide». Anche le grandi aziende, per le quali alfabetizzare vuol dire vendere computer, aderiscono
    13 luglio 2006 - Alessandro Delfanti
  • Un'arma contro il digital divide

    Un mini computer, router e access-point autoconfigurante wireless. Ecco il Naaw, l'apparecchio in grado di rilevare la presenza di suoi simili e quella di una connessione internet wireless, sia essa Wi.Fi., WiMax, Gprs/Umts o satellitare. Intervista al professor Angelo Raffaele Meo, del Dipartimento di Informatica e automatica del Politecnico di Torino, che ha dato un contributo decisivo alla realizzazione del Naaw
    8 giugno 2006 - Gabriele De Palma
  • The Economist: il digital divide è un falso problema

    Nuova copertina destinata ad aprire il dibattito. Che cosa ne pensa la gente dei PVS
    11 marzo 2005 - Sara De Carli

Carta dei diritti dei minori in rete

3 febbraio 2004
Fonte: Consiglio Nazionale Utenti

Il Consiglio nazionale degli utenti dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato, nella seduta del 3 febbraio scorso, una Carta dei diritti dei minori in rete.

Libertà di espressione, eguaglianza, salute, educazione e formazione, socializzazione e gioco, ascolto, dignità, riservatezza e sicurezza sono diritti del minore, già enunciati dalla Costituzione e dalle convenzioni internazionali, che il Consiglio nazionale degli utenti, riafferma in modo esplicito con questa Carta.

Nella carta sono evidenziate le potenzialità di Internet per la crescita e lo sviluppo del minore e nello stesso tempo è sottolineata la necessità di una assunzione di responsabilità da parte di tutti gli interlocutori, dalla famiglia alla scuola, dalle istituzioni ai fornitori dei servizi in rete.

Internet non può essere un nuovo elemento di discriminazione e di disuguaglianza tra bambini, accentuando così il "digital divide", ma piuttosto deve divenire strumento per il superamento di disabilità e svantaggio.

Infine il Consiglio nazionale degli utenti ribadisce con forza la necessità di garantire la sicurezza dei bambini che navigano in rete e contrastare l’attività criminosa on line:

"La violazione dei diritti del fanciullo nell’uso e con l’uso della rete, mediante azioni o omissioni dolose o colpose - si legge nella Carta - è un illecito che obbliga colui che lo ha commesso a risarcire il danno, anche non patrimoniale, ferma l’applicazione delle sanzioni previste da specifiche norme."

Note:

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/minori_rete/

Allegati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)