Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

L'Arpa punta su Taranto: Progetto LIFE+: MONDATA

“Monitoring Dioxins in Taranto Area”

ARPA Puglia ha presentato al Ministero dell’Ambiente in data 30/11/2007 una proposta di Progetto per l’accesso ai contributi “LIFE+ - Environment Policy and Governance” dell’Unione Europea.
6 dicembre 2007

Arpa_Puglia Si comunica che ARPA Puglia ha presentato al Ministero dell’Ambiente in data 30/11/2007 una proposta di Progetto per l’accesso ai contributi “LIFE+ - Environment Policy and Governance” dell’Unione Europea, dal titolo: “Monitoring Dioxins in Taranto Area” (Monitoraggio delle Diossina nell’Area di Taranto) - acronimo “MONDATA”.

Il Progetto MONDATA prevede il coordinamento di ARPA Puglia e la partecipazione del Comune di Taranto, della Provincia di Taranto, dell’Azienda Sanitaria Locale Taranto/1 e del Consorzio Interuniversitario Nazionale “La Chimica per l’Ambiente” (INCA); quest’ultimo istituto ha già partecipato all’attività di campionamento ed analisi che ha portato nel giugno 2007, per la prima volta, a quantificare le emissioni di diossina dal camino dell’impianto di sinterizzazione dello stabilimento siderurgico ILVA di Taranto.

Il Progetto MONDATA si articolerà nelle attività sotto elencate, ripartite fra i vari partner:

• sviluppo di un modello socio-economico in cui introdurre le variabili sociali, economiche e legislative al fine di valutare le migliori strategie per la riduzione del rischio associato con la diossina;

• monitoraggio biologico dell’esposizione a diossina, attraverso l’analisi del suolo, dei vegetali, del contenuto di diossina nel sangue;

• monitoraggio della diossina nell’aria, attraverso campionamenti attivi e deposimetria passiva;

• sviluppo di un modello di dispersione atmosferica per l’area urbana e extra-urbana di Taranto, per determinare il trasporto della diossina e le mappe di deposizione;

• sviluppo di mappe di rischio attraverso un processo di valutazione del rischio, risultante dalla combinazione delle mappe di trasporto e deposizione, dalle mappe di distribuzione della popolazione e dalle informazioni sulla salute dei residenti;

• sviluppo di linee guida legislative per l’inquinamento dell’aria da diossina, e proposta di possibili standard per la protezione della salute dagli effetti avversi derivanti dall’esposizione a diossina;

• diffusione e circolazione delle informazioni, al fine di garantire la piena comprensione ed il coinvolgimento degli stakeholders in merito alle possibili
conseguenza economiche, scientifiche e preventive del progetto.

Il Progetto “MONDATA” avrà una durata di 3 anni, a partire dall’1 gennaio 2009.

ARPA Puglia auspica in un positivo accoglimento del Progetto da parte dell’Unione Europea, considerando la rilevanza della problematica trattata, perfettamente in tema rispetto alla esplicita finalità dello strumento “LIFE+ - Environment Policy and Governance” di promuovere l’elaborazione, sia a livello locale che nazionale e sovranazionale, di strategie innovative di “Governance” e “Policy” in campo ambientale. ARPA Puglia confida, peraltro, in un sostegno al Progetto da parte di tutte le forze politiche e sociali e le associazioni aventi interesse in campo ambientale della città di Taranto.

La Direzione di ARPA Puglia ringrazia, con l’occasione, i Responsabili del Settore Informazione e Formazione e dell’Unità Operativa “Aria” di ARPA, dott.ssa Maria Spartera e Dott. Roberto Giua i quali, insieme al Dott. Vittorio Esposito dell’INCA di Lecce, hanno contribuito all’elaborazione ed alla presentazione del Progetto MONDATA nei termini prescritti.

Articoli correlati

  • Cadde in un carro siluro dell'Italsider
    Laboratorio di scrittura
    L'operaio si liquefece nella ghisa incandescente

    Cadde in un carro siluro dell'Italsider

    Nella cassa i compagni di lavoro e i familiari non sapevano cosa metterci. E alla fine ci collocarono una lastra di ghisa di settanta chili. Erano i tempi della siderurgia di Stato e a Taranto accadeva che si celebrasse un funerale senza il morto.
    29 settembre 2022 - Alessandro Marescotti
  • Nuova ordinanza sindacale sui Wind Days a Taranto
    Taranto Sociale
    Quartiere Tamburi

    Nuova ordinanza sindacale sui Wind Days a Taranto

    Quanto richiesto da PeaceLink nel Position Paper sui Wind Days non sembra essere stato recepito nell'ordinanza. Il Position Paper documentava che vi fosse ancora un rischio sanitario elevato tale da motivare specifiche indicazioni comportamentali nei confronti della popolazione
    10 settembre 2022 - Associazione PeaceLink
  • "Taranto zona di sacrificio", il maxi-manifesto dei Genitori Tarantini
    Taranto Sociale
    Conferenza stampa

    "Taranto zona di sacrificio", il maxi-manifesto dei Genitori Tarantini

    Le dure parole dell'ONU su Taranto: "Una macchia sulla coscienza collettiva dell'umanità. L'Ilva di Taranto compromette la salute delle persone e viola i diritti umani scaricando enormi volumi di inquinamento atmosferico tossico".
    29 agosto 2022 - Alessandro Marescotti
  • Ben 270 anni di carcere: la sentenza della Corte d'Assise per il processo ILVA
    Processo Ilva
    La condanna in primo grado del 31 maggio 2021

    Ben 270 anni di carcere: la sentenza della Corte d'Assise per il processo ILVA

    La Corte d'Assise, presieduta da Stefania D'Errico, ha inflitto 21 anni e 6 mesi all'ex responsabile delle relazioni istituzionali, Girolamo Archinà, 21 anni all'ex direttore dello stabilimento di Taranto, Luigi Capogrosso. Condannato anche l'ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola
    Valentina Errante
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)