Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Intervista all’assessore al Recupero della Città Vecchia, Lucio Pierri

«Teatro Fusco ai privati Palazzo Troylo agli studenti»

«Nelle prossime settimane ricostituiremo l’ufficio tecnico che si occuperà proprio della gestione di questo programma. Per Palazzo Carducci la situazione è più complessa. L’immobile ha bisogno di interventi urgenti di manutenzione. Per il resto spero nei fondi dell’Area Vasta»
14 febbraio 2008
Fabio Venere
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

- Fondi Urban II, il Comune di Taranto inizia la sua corsa ad ostacoli. E parte, anzi riparte, dai dati che piazzano il capoluogo ionico all’ultimo posto in Italia per quel che riguarda la capacità di spesa dei finanziamenti per la riqualificazione urbana di Borgo, Città Vecchia e Porta Napoli.

Assessore Pierri (Recupero Città Vecchia), ha visto siamo ultimi nella spesa dei fondi Urban II?

«Sì, lo sapevo. Ma si meraviglia? Lo scorso anno è stato terribile dal punto di vista finanziario. E’ stato l’anno in cui il Comune (l’ex commissario straordinario, Tommaso Blonda) ha dovuto approvare un bilancio stabilmente riequilibrato in seguito alla dichiarazione di dissesto finanziario. Qualcuno, per caso, se lo è dimenticato?»

No, per carità. Ma quest’anno, nel 2008, ci sono i fondi per cofinanziare le misure previste nell’ambito di Urban II?

«Abbiamo ricostituito i fondi vincolati. Da quel punto di vista, non ci dovrebbero essere particolari problemi».

E quali dovrebbero essere i problemi allora?

«In effetti, non penso che saremo in grado di portare a termine tutte le misure previste. Mi riferisco ai tirocini formativi e ai contributi de minimis destinati alle piccole e medie imprese. Forse, non ce la faremo».

Come cercherà, dunque, l’Amministrazione comunale di risalire la china?

«Al momento del mio insediamento in quest’assessorato, 22 giugno 2007, non c’era l’uf ficio tecnico destinato ai fondi Urban II. Ora, invece, stiamo cercando pian piano di ricostituirlo. E per questo, con la massima trasparenza, abbiamo fatto l’altroieri pubblicare un bando per l’individuazione di alcune figure professionali che possano supportare la nostra azione amministrativa. Cerchiamo anche uno o due archeologi».

Quale soluzione adotterà il Comune per i tre immobili acquistati con i fondi Urban (cineteatro Fusco, Palazzo Troylo e Palazzo Carducci)?

«Queste strutture sono state, in effetti, acquistate con i fondi comunitari ma abbiamo già ricevuto una diffida dalla Ue. Ovvero, se non daremo una destinazione d’uso a questi tre palazzi, saremo costretti a restituire i soldi al mittente. Sarebbe una tegola incredibile».

Cosa farete dunque?

«Per il cineteatro Fusco, elaboreremo un project financing (progetto di finanza) in modo da far gestire a degli imprenditori privati la struttura per un determinato numero di anni. Per Palazzo Troylo, invece d’intesa con l’Università degli studi di Bari, abbiamo pensato di realizzare una Casa dello studente per ospitare 50 posti letto».

E per Palazzo Carducci?

«La questione è più spinosa. Forse riuscirò a trovare delle risorse per avviare alcuni interventi urgenti di manutenzione. Per il futuro? Non so, potrei attingere ai fondi messi a disposizione dal progetto strategico Area Vasta. Di certo, bisogna correre ai ripari. Mi addolora davvero come operatore culturale ancor prima che come amministratore vedere l’acqua filtrare (quando piove) in un palazzo così bello ed interessante dal punto di vista storico. Non ho dubbi che lì, in questo contenitore culturale di pregio, si dovrebbe realizzare un museo ma resta il nodo delle risorse finanziarie da utilizzare. Sinora, ho provato invano a contattare il ministero dei Beni culturali. Per questo, l’Area Vasta potrebbe essere un prezioso alleato».

Già, se un giorno finiranno le polemiche e gli sgambetti.

Articoli correlati

  • Recuperare la nostra memoria. Il web viene in nostro aiuto.
    Taranto Sociale

    Recuperare la nostra memoria. Il web viene in nostro aiuto.

    Ricostruire la storia della nostra famiglia e capire, attraverso di essa, quante cose sono cambiate a livello sociale e culturale.
    28 settembre 2016 - Gianpaola Gargiulo
  • Che cos'è lo slopping?
    Ecologia
    A Genova non sarebbe mai stato possibile, a Taranto è stato fatto.

    Che cos'è lo slopping?

    In quest'articolo cercheremo di spiegare cosa sia lo slopping, un fenomeno altamente inquinante per la città di Taranto.
    24 settembre 2013 - Gianpaola Gargiulo
  • «Rigenerato» un po' di Taranto vecchia
    Taranto Sociale

    «Rigenerato» un po' di Taranto vecchia

    Nelle prossime settimane alle famiglie di Salita San Martino verranno consegnati i certificati di custodia delle case. L'azione sinergica tra cittadini- abitanti, circolo "A. Gramsci" oggi del Pd, Assessore Lucio Pierri e Assessore Angela Barbanente, consegue il risultato. Ha inizio così la prima esperienza di rigenerazione urbana nella Puglia di Vendola.
    11 novembre 2008 - Lino De Guido
  • Taranto vecchia al degrado «Con Urban persa un'occasione»
    Taranto Sociale

    Taranto vecchia al degrado «Con Urban persa un'occasione»

    Un severo giudizio quello di Pier Luigi Cervellati, uno dei più apprezzati tra gli urbanisti italiani ed europei. In giro per taranto vecchia ne è rimasto affascinato dalla bellezza e scandalizzato dall'abbandono.
    11 settembre 2008 - Fabio Venere
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)