Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa del movimento civico "Taranto Respira" Manifestazione a sostegno della libertà di stampa e della tutela dell'occupazione

Taranto ha bisogno di giornalisti come Abbate per questo noi invitiamo tutti coloro che credono nella libertà di stampa per combattere corruzione e malaffare, ad unirsi a noi in questa manifestazione.
29 luglio 2014
Fulvia Gravame
Fonte: Taranto Respira - 29 luglio 2014

Martedì 29 luglio 2014 dalle ore 19 alle 21,30 , in via Di Palma, nel tratto compreso tra via Duca degli Abruzzi e Via Regina Elena, , il Movimento Civico “Taranto Respira”, ha organizzato una manifestazione a sostegno della libertà di stampa e della tutela dell’occupazione .
L’incresciosa vicenda del repentino licenziamento del giornalista Luigi Abbate ci induce ad una seria riflessione sullo stato attuale di salute della libertà di opinione e sulla reale possibilità di un confronto democratico nella nostra città 
Senza entrare nelle ragioni che hanno portato a questo atto, non possiamo non constatare come ultimamente si sia ritornati ad una pericolosa e plumbea atmosfera codina di fronte ad una sempre più arrogante pretesa di esporre le proprie teorie senza alcun contraddittorio. Nell’attuale situazione di crisi generale ed in particolare di crisi della carta stampata, appare sempre più fragile e precaria la situazione lavorativa dei giornalisti, anello debole della catena perché più soggetti a pressioni e a lusinghe esterne. Non è un caso che l’Italia si trovi al 49° posto nella classifica mondiale della libertà di stampa, addirittura sotto al Niger e a quei paesi che noi consideriamo “terzo mondo”.
Il licenziamento di Abbate non è che la punta dell’iceberg di un forte tentativo di restaurazione di quella maniera di fare informazione, che ha portato il nostro territorio all’attuale disastrosa condizione. Noi siamo convinti che solo dando voce alle ragioni di tutti, così come faceva Abbate nelle sue trasmissioni, in cui dava spazio ad esponenti di tutte le forze politiche, ponendo a tutti le stesse domande , ci può essere un rinnovamento culturale e sociale della nostra città.
Taranto ha bisogno di giornalisti come Abbate per questo noi invitiamo tutti coloro che credono nella libertà di stampa per combattere corruzione e malaffare, ad unirsi a noi in questa manifestazione.
Vittoria Orlando --- 
Coportavoce Movimento Civico Taranto Respira

Note: lva: licenziato il giornalista scomodo, nemico di Archinà
http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/07/26/news/ilva_licenziato_il_giornalista-92442483/

Abbate: "Avrò pure la faccia da provocatore, ma non sono al soldo dei Riva"
Parla il giornalista di BluStar tv cui Archinà strappò il microfono
http://bari.repubblica.it/cronaca/2013/11/16/news/abbate_avr_pure_la_faccia_da_provocatore_ma_non_sono_al_soldo_dei_riva-71160252/?ref=search

Video messaggio di Luigi Abbate: unità per Taranto
Il giornalista licenziato da BlustarTv alle telecamere di Peacelink
www.peacelink.it/sociale/a/40441.html

Articoli correlati

  • ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini
    Ecologia
    Il 22 maggio manifestazione in piazza contro il dissequestro degli impianti siderurgici

    ILVA: la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo dà nuovamente ragione ai cittadini

    Le quattro condanne di oggi verso l'Italia sono la plastica evidenziazione di tutte le inadempienze dei governi che si sono succeduti. Le quattro condanne di oggi della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) confermano Taranto come "zona di sacrificio" dei diritti umani.
    5 maggio 2022 - Associazione PeaceLink
  • Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute
    Ecologia
    Dichiarazioni forti in materia di diritti

    Ex Ilva: Tar Lecce, superato diritto compressione salute

    Il Presidente del Tar di Lecce, Antonia Pasca, ha parlato dell'Ilva all'inaugurazione dell’anno giudiziario. Nel 2021 il Tar confermò invece l’ordinanza di chiusura dell'area a caldo del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.
  • Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale
    Citizen science
    Raffronto fra la mortalità dei quartieri più inquinanti di Taranto e la mortalità regionale

    Eccessi di mortalità nei tre quartieri di Taranto più vicini all'area industriale

    Dal 2011 al 2019 in totale vi sono 1075 morti in eccesso di cui 803 statisticamente significativi.
    L'eccesso di mortalità medio annuo è di 119 morti di cui 89 statisticamente significativi.
    L'intervallo di confidenza considerato è del 90%.
    13 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    Ci costituiamo in base all'art. 11 della nostra Carta Costituzionale: "L'Italia ripudia la guerra"

    Documento del Comitato per la Pace di Taranto

    Sabato 26 febbraio saremo in presidio a Taranto esprimendo la nostra preoccupazione per l'escalation militare. Chiediamo all'Italia e all’Europa di adoperarsi diplomaticamente per evitare il conflitto. Diciamo no all'estensione della Nato all'Ucraina e a nuove armi nucleari Usa in Europa.
    21 febbraio 2022 - Comitato per la Pace di Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)