happening

giornata mondiale lotta contro l'AIDS

1 dicembre 2004

Genova 2004, capitale della lotta contro l’Aids
Convegni, concerti, performance e un concorso per giovani artisti che realizzeranno la scenografia degli eventi in una delle sette strade più belle del mondo

1° dicembre, Giornata mondiale della lotta contro l’Aids: quest’anno l’Italia sceglie Genova, capitale europea della cultura 2004, come teatro delle iniziative di comunicazione, di approfondimento e di sensibilizzazione alla lotta contro l’infezione da Hiv.

La città, grazie alla collaborazione tra Ministero della Salute e Comune di Genova, diventerà in quella giornata un laboratorio aperto, per analizzare i cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nella percezione della malattia, ma anche per immaginare e programmare futuri percorsi di prevenzione e cura. Un cammino difficile, che interroga e coinvolge l’arte come relazione tra l’uomo e i suoi desideri, sogni, paure più profonde, come scambio non meramente sanitario e di servizi, ma di immaginari e di sentimenti, di culture e di vissuti.

Fin dalle stesse ore della mattina in via Garibaldi, una delle sette vie più belle del mondo, musica, performance e installazioni visive, un happening dedicato ai giovani e organizzato da giovani artisti.

Un bando di concorso, distribuito in tutta Italia, chiama gli artisti - singoli o gruppi di persone dai 18 ai 40 anni - ad esprimersi sul tema dell’attenzione alla persona, sul riconoscimento della dignità di ciascun individuo. I partecipanti dovranno progettare e realizzare installazioni urbane a grande impatto visivo; una commissione giudicatrice assegnerà tre premi in denaro, e i vincitori potranno partecipare ad allestire con le loro opere l’esposizione evento musicale, una non stop da visitare, ballare e vivere fino a tarda sera. Gli artisti interessati possono scaricare il bando all’indirizzo informazioni del sito www.comune.genova.it <http://www.comune.genova.it/> e inoltre possono avere informazioni visive, storiche, architettoniche sulle vie interessate sul sito www.stradanuova.it <http://www.stradanuova.it>

Per maggiori informazioni:
Enrico Testino
3476419212
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)