happening

giornata mondiale lotta contro l'AIDS

1 dicembre 2004

Genova 2004, capitale della lotta contro l’Aids
Convegni, concerti, performance e un concorso per giovani artisti che realizzeranno la scenografia degli eventi in una delle sette strade più belle del mondo

1° dicembre, Giornata mondiale della lotta contro l’Aids: quest’anno l’Italia sceglie Genova, capitale europea della cultura 2004, come teatro delle iniziative di comunicazione, di approfondimento e di sensibilizzazione alla lotta contro l’infezione da Hiv.

La città, grazie alla collaborazione tra Ministero della Salute e Comune di Genova, diventerà in quella giornata un laboratorio aperto, per analizzare i cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nella percezione della malattia, ma anche per immaginare e programmare futuri percorsi di prevenzione e cura. Un cammino difficile, che interroga e coinvolge l’arte come relazione tra l’uomo e i suoi desideri, sogni, paure più profonde, come scambio non meramente sanitario e di servizi, ma di immaginari e di sentimenti, di culture e di vissuti.

Fin dalle stesse ore della mattina in via Garibaldi, una delle sette vie più belle del mondo, musica, performance e installazioni visive, un happening dedicato ai giovani e organizzato da giovani artisti.

Un bando di concorso, distribuito in tutta Italia, chiama gli artisti - singoli o gruppi di persone dai 18 ai 40 anni - ad esprimersi sul tema dell’attenzione alla persona, sul riconoscimento della dignità di ciascun individuo. I partecipanti dovranno progettare e realizzare installazioni urbane a grande impatto visivo; una commissione giudicatrice assegnerà tre premi in denaro, e i vincitori potranno partecipare ad allestire con le loro opere l’esposizione evento musicale, una non stop da visitare, ballare e vivere fino a tarda sera. Gli artisti interessati possono scaricare il bando all’indirizzo informazioni del sito www.comune.genova.it <http://www.comune.genova.it/> e inoltre possono avere informazioni visive, storiche, architettoniche sulle vie interessate sul sito www.stradanuova.it <http://www.stradanuova.it>

Per maggiori informazioni:
Enrico Testino
3476419212
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)