concerto

Gibellini Quartet: a Parma arrivano le emozioni forti

5 dicembre 2004
ore 22:00

…JAZZ, la rassegna organizzata dall’Associazione Musicale Ritmika, continua a proporre appuntamenti con grandi artisti del jazz contemporaneo. Il concerto di domenica 5 dicembre vedrà impegnato, sul palco del Tribeca Club di via Mazzini 1 a Parma, il Sandro Gibellini Quartet, la band che oltre al grande chitarrista annovera anche altre stelle del calibro di Alfred Kramer, Roberto Soggetti e Marco Micheli.
Gibellini è ormai apprezzatissimo sia in Italia che all’estero, la sua chitarra ha suonato al fianco di Mina, Enrico Rava, Gianni Cazzola, Lee Konitz, Jimmy Owens, Danilo Rea, Roberto Gatto e tantissimi altri, riscuotendo ogni volta notevole successo. Il calore della sua musica riesce a coinvolgere profondamente il pubblico delle sue serate guidandolo così in appassionanti e indimenticabili viaggi musicali.
Alfred Kramer è un batterista di grandissimo livello, basti pensare che ha inciso il suo primo disco, al fianco del fratello Lukas, all’età di diciotto anni. Nella sua carriera ha avuto modo di collaborare con moltissimi grandi musicisti (Chet Baker, Miroslav Vitous, Steve Lacy, Enrico Rava, Pietro e Marcello Tonolo, Art Farmer e tanti altri) partecipando, oltre che a registrazioni in studio,a numerosi festivals (Stati Uniti, Finlandia, Francia, Olanda) e trasmissioni radiofoniche e televisive.
Al piano troveremo Roberto Soggetti artista molto quotato sulla scena musicale italiana, il quale collabora stabilmente con diversi interessanti progetti musicali: il Trio Soggetti, Micheli, Biancoli, il Sestetto di Sandro Gibellini, il Cloud Nine Jazz Ensemble e i No Smoking con Alan Farrington (band che abbiamo potuto ammirare nelle passate serate sempre all’interno di questa rassegna).
A completare questa formazione ci sarà il contrabbasso di Marco Micheli. Musicista eclettico e di indiscusso talento ha collaborato con grandi musicisti come Enrico Pieranunzi, Kenny Wheeler, Gianluigi Trovesi, Phil Woods, Bill Elgart, Miroslav Vitous, Serge Lazarevitch, Naco, Christian Meyer e tantissimi altri. Al suo attivo anche incisioni al di fuori dell’ambito jazzistico, per esempio con Luciano Pavarotti e collaborazioni con l’orchestra della Rai di Milano.
Una serata che promette forti emozioni, adatta a tutti gli amanti del jazz ma anche a chi si sta avvicinando solo ora a questo genere musicale in continua evoluzione. L’inizio del concerto è previsto per le 22 circa e l’ingresso è come sempre gratuito.
Per prenotazione cena: Tribeca Club, Tel. 0521-504119
Per maggiori informazioni: Associazione Musicale Ritmika a Parma in via Primo Groppi 32 a/b, Tel. e Fax 0521/200131 oppure www.ritmika.it

Per maggiori informazioni:
Ass.ne Musicale Ritmika
0521-200131
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecologia
    In occasione del vertice dei paesi del G20

    Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente

    Di fronte ai sempre più frequenti disastri ambientali, dodici associazioni scrivono ai Ministri dell’Ambiente riunitisi a Napoli in questi giorni per esigere un’azione globale rafforzata e coordinata, non più rimandabile, per salvare il clima.
    23 luglio 2021 - Patrick Boylan
  • Editoriale
    Appello alla società civile

    Una riforma che favorirà l'impunità a molti inquinatori, alle cosche mafiose e alla malapolitica

    PeaceLink si associa al grido di allarme che proviene dal mondo della magistratura ed esprime forti timori rispetto alla riforma della giustizia. Se non siete d'accordo sulla riforma della giustizia condividete questo testo
    23 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
  • Disarmo

    Leader del Congresso degli Stati Uniti spingono per una revisione progressiva della postura nucleare

    Dal team di PNND - Parliamentarians for Nuclear Non-Proliferation and Disarmament - giunge la notizia di questo importante appello indirizzato al Presidente Biden, per una revisione della Nuclear Posture Review
    22 luglio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Economia
    Economia, occupazione, ecologia e mutamenti climatici

    L'acciaio "green" taglia del 75% la forza lavoro

    La cosiddetta "decarbonizzazione" dell'ILVA con forni elettrici basati su DRI richiede, secondo fonti sindacali, dai 350 ai 400 lavoratori per milione di tonnellate/anno di acciaio prodotte. Un taglio netto rispetto al 1.500 lavoratori per milione di tonnellate/anno di acciaio del tempo dei Riva.
    22 luglio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    La batteria 12 della cokeria dell'ILVA di Taranto va fermata

    Vince la cittadinanza attiva

    Vince contro le pretese dell'azienda di continuare a produrre nonostante tutto, nonostante la grave situazione sanitaria dovuta all'inquinamento. Impianti fuori norma, come la cokeria 12, non possono continuare a produrre.
    21 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)