proiezione

Occupied Minds: A Palestinian-Israeli Journey Beyond Hope and Despair

29 novembre 2006
ore 19:00 (Durata: 2 ore)

The documentary "Occupied Minds: A Palestinian-Israeli Journey Beyond Hope and Despair" will be screened in English followed by a discussion as part of the Eyes Wide Open Film Series presented by U.S. Citizens for Peace & Justice - Rome.

Film Synopsis:
Takes viewers to ground zero of the dispute—the volatile streets of Gaza and Jerusalem—to hear the voices of both sides of the conflict. An emotional and intensely personal odyssey through the hot spots of the current conflict, Occupied Minds is the story of two journalists, Jamal Dajani, a Palestinian-American and David Michaelis, an Israeli, who journey to Jerusalem to explore the possibilities of peaceful resolution to the Israeli-Palestinian conflict.

In their San Francisco offices, the two men collaborate on the 2005 Peabody Award-winning daily newscast MOSAIC: World News from the Middle East. After four years of monitoring daily news reports from more than 30 Middle Eastern broadcasters and watching the escalation of hostilities between Israelis and Palestinians with increasing alarm, the two decided to combine their personal experiences and expertise to examine the real possibilities for peace in the Middle East.

Directors: Jamal Dajani and David Michaelis

Occupied Minds: A Palestinian-Israeli Journey Beyond Hope and Despair
Nov 29, 7pm
Linux Club
Via Giuseppe Libetta 15c
(Ostiense, Metro Garbatella)

Screenings are free, donations appreciated.

Upcoming films include:
Dec 13 - An Inconvenient Truth (Al Gore's film on climate change)

For more information, see our web site: http://www.peaceandjustice.it

Per maggiori informazioni:
U.S. Citizens for Peace & Justice
333 11 03 510
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1945: Giappone: sganciata da un bombardiere americano, scoppia la prima bomba atomica

Dal sito

  • Disarmo
    Nelle basi Nato di Aviano (Pordenone) e Ghedi (Brescia) ci sono 70 testate atomiche americane

    A 75 anni dalla tragedia di Hiroshima e Nagasaki

    La commemorazione di Hiroshima e Nagasaki deve convincere a prendere finalmente decisioni di disarmo, almeno di disarmo atomico, troppo a lungo rimandate.  E’ inaccettabile che il nostro paese, che ripudia la guerra e ha fatto la scelta antinucleare, ospiti armi nucleari.
    6 agosto 2020 - MIR (Movimento Internazionale della Riconciliazione)
  • Latina
    I paramilitari attaccano i municipi occupati dai comuneros con metodi da Ku Klux Klan

    Araucanía: violenza razzista di Stato contro i mapuche

    Preoccupano le condizioni di salute dei prigionieri politici mapuche in sciopero della fame
    5 agosto 2020 - David Lifodi
  • Latina

    Piano interventista contro il Nicaragua

    Gli USA si preparano a gestire tre possibili scenari prima e dopo le elezioni del prossimo anno
    4 agosto 2020 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Pretendiamo un atto di dignità, il governo si riscatti firmando il Trattato!

    HIROSHIMA E NAGASAKI 75 anni fa: mai più!

    In Italia ospitiamo 70 bombe nucleari americane, in caso di guerra saremmo uno dei primi bersagli, nessun governo lo ha mai dichiarato ai cittadini
    4 agosto 2020 - Rossana De Simone
  • Latina

    Difendere i beni comuni è sempre più pericoloso

    Nuovo rapporto di Global Witness evidenzia un drastico incremento degli omicidi di attivisti in difesa della terra e dell’ambiente
    3 agosto 2020 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)