manifestazione

Vuoi la pace? Pedala! 2019

5 maggio 2019
ore 06:15 (Durata: 2 ore)

VUOI LA PACE? PEDALA! 2019
BICICLETTATA TRA I COMUNI PER LA PACE, PER L'EUROPA CHE VOGLIAMO.

"Vuoi la pace? Pedala!" arriva alla 9^ edizione: nel 2016 più di 7.000 persone hanno partecipato e nel 2017 hanno pedalato con noi circa 10.000 persone e da qui ripartiamo.
La manifestazione prevede sette percorsi che hanno finora coinvolto le province di Milano, Monza Brianza, Lodi e Pavia e un grande evento finale in Piazza Duomo a Milano che si svolgerà tra le 12.00 e le 13.00. Ogni percorso è associato ad un colore che richiama la bandiera della pace: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, blu e viola.

Dopo l’attenzione ai temi della povertà, al diritto al cibo, allo sviluppo sostenibile e alle migrazioni, al centro della manifestazione di quest’anno, ci sarà l’Europa. Un tema che con convinzione inseriamo come priorità nelle nostre agende quotidiane dato il cruciale momento storico e politico perché crediamo fermamente che le sfide del nostro tempo si possano vincere solamente mettendo in comune energie, risorse, idee, buone pratiche.
In questi anni l’Europa ha fatto molto per migliorare le condizioni di vita dei suoi cittadini: ha permesso ai propri cittadini di viaggiare liberamente senza nessun documento né permesso entro i confini degli Stati membri, ha formulato direttive a tutela e garanzia dei diritti sociali, della sicurezza nel mondo del lavoro, delle famiglie e dei minori, ha alzato a livelli unici al mondo gli standard di qualità nel settore alimentare e ambientale. L’Europa ha garantito per oltre 70 anni la pace tra nazioni storicamente nemiche, stabilità e sicurezza economica, opportunità di lavoro e formazione. Rappresenta, ne siamo convinti, la strada per la realizzazione della convivenza pacifica, della giustizia sociale, della sostenibilità ambientale e di bene comune. Questa è l’Europa che vogliamo, questa è l’Europa che difendiamo.

Anche quest’anno la manifestazione si caratterizzerà come prezioso momento di formazione per la cittadinanza sia nella sua fase preparatoria sia nello svolgimento della biciclettata il 5 Maggio. I mesi precedenti saranno ricchi di momenti di approfondimento, incontri e serate di sensibilizzazione, percorsi didattici nelle scuole e flash mobs: daremo vita ad una grande campagna di pedagogia popolare con l’obiettivo di approfondire le conoscenze sull’Europa dei cittadini e ribadire l’importanza dell’appuntamento elettorale del prossimo 26 maggio. Sette i temi che si è scelto di approfondire e sui quali come organizzazioni della società civile ci sembra importante richiamare l’attenzione di cittadini ed istituzioni: pace, istituzioni, lavoro, economia e fiscalità, mobilità, ambiente e migranti. Il giorno della biciclettata, come di consueto, questi temi e le motivazioni della manifestazione saranno richiamate durante le tappe intermedie previste per ogni percorso e durante il grande evento finale in Piazza Duomo che coloreremo con una grande bandiera della pace.

http://www.paceincomune.it/

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)