CyberCultura

Turbolinux in profitto, si espande in India

Turbolinux ha registrato i primi profitti in Giappone e Cina, e ora tenta di espandersi in India. Lo ha confermato ieri il CFO dell'azienda.
18 marzo 2005
Computer World On Line

TurboLinux Turbolinux è stata fondata negli Anni 90, durante il boom di Linux, e da allora ha sempre perso soldi. Il primo utile è stato dovuto a un cambio dell'ambiente software e alla nuova percezione di Liunx nelle strategia aziendali. Il CFO di Turbolinux ha citato l'impegno di diversi governi al mondo, che ha contribuito ad aumentare la credibilità di Linux, ma anche i contratti siglati dall'azienda con la PA cinese e giapponese. Tra questi, nel 2003 un contratto con le ferrovie cinesi per la fornitura di sistemi operativi e applicazioni. Ora l'azienda è alle prese con il rollout di circa 300.000 thin client con una grande azienda in Giappone, di cui però non è stato fatto il nome.

Secondo Turbolinux il mercato sarebbe pronto per un secondo boom di Linux. E l'azienda si sta preparando: ora si impegna in modo particolare sui server di media e bassa fascia, e sui desktop. Non più i grandi server quindi, e i numeri confermano la validità della scelta almeno sul mercato asiatico. Non solo i server di fascia medio-bassa in Asia sono cresciuti del 21% nel 2004, ma Turbolinux ha guadagnato quote importanti grazie ad accordi con Acer, HP e IBM. Anche se i sistemi di Turbolinux sono tendenzialmente più costosi, l'azienda, dice IDC, ha consegnato 449.000 sistemi operativi in Cina nel 2004, registrando un +35% e fatturando circa 590.000 dollari.

Ora che l'azienda ha registrato profitti, è il momento di espandersi. Sono già cominciate le operazioni in India, ma c'è il problema del supporto. Per questo pensa di aprire nuovi uffici in India entro l'anno.

Articoli correlati

  • "La nuova acciaieria a Odisha rischia di provocare un'autentica sollevazione popolare"
    Legami di ferro
    Lo riferisce il sito di siderurgia Siderweb

    "La nuova acciaieria a Odisha rischia di provocare un'autentica sollevazione popolare"

    In India i cittadini della regione sono contrari al progetto di Jindal e difendono l'ambiente dal rischio di deforestazione. E' previsto un taglio di un'area forestale per far posto a un maxi-stabilimento della JSW Steel da 12 milioni di tonnellate annue di acciaio
    25 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Schede
    Video

    La Cina e Mao Tze Tung

    La lunga marcia, la rivoluzione culturale, la bomba atomica del 1964
  • Schede
    Breve scheda

    Sadako Sasaki (1943-1955)

    Questa bambina, sopravvissuta al bombardamento atomico di Hiroshima del 6 agosto 1945, all'età di undici anni fu colpita da una grave forma di leucemia, conseguenza delle radiazioni della bomba atomica. Con la tecnica dell'origami realizzò tante gru con qualsiasi carta
  • Covit-19 Dalla Cina un annuncio: riconvertire si può
    Disarmo
    Il virus rappresenta un problema alla continuità sanitaria e quindi sociale

    Covit-19 Dalla Cina un annuncio: riconvertire si può

    Il produttore del nuovo jet da combattimento stealth J-20, Chengdu Aircraft Industry Group, ha convertito una catena di montaggio per cominciare a produrre dispositivi di protezione sanitaria individuale
    16 marzo 2020 - Rossana De Simone
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)