CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Linux orientato alla didattica
    So.Di.Linux

    Linux orientato alla didattica

    Un ottimo esempio anche di green economy perché consente - essendo un software "leggero" - di riutilizzare computer ancora funzionanti ma poco potenti. Computer che rischiano di andare in discarica ma che con Linux tornano a "nuova vita"
    5 dicembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà
    Stallman, chi era costui? :-)

    Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà

    Per chi non è avvezzo al sistema operativo del "pinguino", il nome di Stallman non dice nulla. E per chi non segue le vicende del "software libero", o non sa che la Rete può diventare un'arma a doppio taglio, difficilmente avrà partecipato all'importante e seguitissimo incontro che si è tenuto a Firenze lo scorso 14 settembre 2013; ospite illustre, appunto, Richard Stallman.
    25 settembre 2013 - Roberto Del Bianco
  • Dal pensiero strade per innovare
    Tesi del Master "Scienza Tecnologia e Innovazione"

    Dal pensiero strade per innovare

    Software e comunicazione digitale, circolazione della conoscenza ed esigenze di tutela della proprietà intellettuale
    28 gennaio 2010 - Lidia Giannotti
  • Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux
    Dopo la protesta di PeaceLink

    Diretta Rai nuovamente visibile per gli utenti Linux

    Ieri PeaceLink aveva rilanciato le preoccupazioni della comunità Linux, in particolare quelle del forum di Ubuntu, circa l'impossibilità di vedere in diretta i canali della Rai.
    16 febbraio 2010 - Associazione PeaceLink

L'ultima frontiera per il File Sharing

Chi di voi conosce la Panasas? Pochissimi credo, ma secondo molti analisti presto sarà molto famosa, grazie al suo clustered OSD (Object Storage Device) per Linux.
28 ottobre 2003 - Linux Help

Per capire cosa sia in realtà l'OSD, bisogna fare un piccolo passo indietro e cercare di capire quale problema la Panasas vuole risolvere con esso.
Avete mai avuto bisogno di accedere ad un file salvato su di un computer A mentre eravate seduti al computer B? A meno che voi non usiate mai un pc, vi sarà già successo.
Per risolvere il problema voi dovete andare sul computer A ed attivare la condivisione di file: una grossa perdita di tempo.
Una prima risoluzione del problema è stata offerta dai NAS (Network Attached Storage) e dai file server.
Sfortunatamente, questa soluzione non è molto flessibile: file salvati con un sistema, psesso non sono leggibili da altri sistemi, e non molto performante: il NAS fa da collo bi bottiglia.
Ma adesso c'è l'object storage, che vuole rimpiazzare le vecchie tecniche di condivisione con una nuova architettura dove la rete non è il collo di bottigla ma l'emento base di tale architettura.
Nel mondo dell'object storage i dispositivi di storage sono in grado di gestire autonomamente la distribuzione e la riallocazione dei file secondo politiche di performance, resilienza e capacità. L'architettura object storage è ancora in progettazione, ma già si stanno definendo i primi standard per l'access storage e per la memorizzazione dei file.
Adesso torniamo a Panasas: il suo sistema ActiveScale è essenzialmente un clustered storage appliance, composto da 11 blade computers: ogni storage blade è equipaggiato con due Serial ATA drive e cache memory.
In una configurazione full, ogni ActiveScale ha una capictà di 5TB.
L'architettura hardware degli ActiveScale è notevole, ma è il loro object-based file system, ActiveScale File System, l'elemento più interessante.
Inoltre, secondo Panasas, le performance sono molto superiori rispetto ai NAS, ed anche il costo è inferiore: parliamo di $25,000 per 1.6TB di capacità.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)